spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Luciano Bartolini ha fatto gli auguri a questa nuova centenaria del comune ripolese

    Domenica 18 novembre Delia Bellomini, in occasione della festa per il suo centesimo compleanno (che si festeggia oggi, lunedì 19 novembre), ha ricevuto la visita del sindaco di Bagno a Ripoli Luciano Bartolini (in foto sopra) e insieme hanno brindato allo splendido traguardo.

     

    È questa una simpatica iniziativa che l’amministrazione sta portando avanti da qualche anno, un modo come un altro per far conoscere alla Comunità queste persone “speciali”, che hanno attraversato il Novecento e sono entrate negli anni Duemila: per esprimere il suo personale “grazie”, il sindaco ha regalato alla signora Delia una pergamena e l'estratto dell'atto di nascita incorniciato.

     

    Dicono di lei i familiari: “Delia nasce a Firenze il 19 novembre 1912 in zona Fortezza. Si sposa agli inizi degli anni '30 con Giulio. Dalle nozze nascono Elena e poi Grazia. Qualche anno dopo i coniugi aprono un bar in zona piazza San Lorenzo/Mercato centrale e lo tengono fino ai primi anni '70. Nel 1964 Delia si trasferisce con la famiglia in via Ricasoli. Nel frattempo nascono i nipoti, quattro femmine e una bisnipote di due mesi. Nel 1998 infine si trasferisce a Bagno a Ripoli. Delia, diplomata in pianoforte, tutti i giorni legge 'La Nazione' e fa le parole crociate; inoltre, ha l'hobby di giocare a carte”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...