spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Serve, ad esempio, progetti di musicoterapia rivolti a minori svantaggiati nelle nostre scuole”

    BAGNO A RIPOLI – Destinare il 5 x mille delle imposte direttamente al Comune di Bagno a Ripoli.

     

    Questo è l'invito che l'amministrazione comunale rivolge ai propri cittadini. Basta scrivere nell'apposito spazio della dichiarazione dei redditi il codice fiscale 01329130486 e mettere la propria firma.

     

    "Grazie al 5 x mille degli anni passati – spiegano dal Comune – è stato possibile sostenere progetti di aiuto sociale, come il progetto di musicoterapia, che ha assicurato a minori svantaggiati inseriti nelle scuole del territorio percorsi di autonomia, di socializzazione e di integrazione".

     

    "Con la destinazione del 5 x mille a sostegno dei progetti sociali del Comune di Bagno a Ripoli -proseguono – si aiuteranno i minori e le loro famiglie, i disabili e gli anziani. Significativa è l'aggregazione degli anziani che frequentano il Centro Sociale a Meoste e la solidarietà della Rete istituita dall'amministrazione con le associazioni di volontariato del territorio".

     

    "La scelta – ricordano – non comporta maggiori imposte da pagare. Per il Comune è un aiuto prezioso per continuare ad aiutare gli altri. Il 5 per mille non sostituisce l’8 per mille".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...