mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    90 posti auto per i dipendenti nel parcheggio sotterraneo del Santa Maria Annunziata

    Da lunedì 28 settembre un altro passo importante verso la riqualificazione dell’ospedale punto di riferimento dei cittadini toscani

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Verrà messo in esercizio da lunedì 28 settembre il parcheggio sotterraneo coperto del pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, con 90 posti auto per i dipendenti.

    All’esterno dell’ospedale in questi mesi di intensa cantierizzazione, erano stati messi a disposizione ulteriori posti auto che per il momento rimangono anch’essi nella disponibilità dei dipendenti, in attesa del completamento dell’intervento di razionalizzazione che sta interessando tutta l’area dei parcheggi pubblici esterni.

    Proseguono infatti anche i lavori da parte di Società Autostrade per la riorganizzazione dei posti auto anche per i visitatori e della viabilità dell’area ospedaliera nel suo complesso.

    I 90 posti auto del parcheggio sotterraneo si vanno ad aggiungere ai 120 posti esterni per i dipendenti che erano stati messi in funzione a inizio anno, consentendo così al parcheggio pubblico antistante l’ospedale di tornare a completo servizio degli utenti.

    In programma oltre alla riqualificazione completa dell’area sosta per i visitatori, la creazione di una pista ciclabile e il potenziamento dei collegamenti di trasporto pubblico.

    Dopo che a luglio è diventato operativo il nuovo pronto soccorso dell’ospedale, ora con i nuovi 90 posti auto disponibili da lunedì 28, la riqualificazione in corso di Santa Maria Annunziata restituisce un presidio ospedaliero sempre più accreditato per essere punto di riferimento non solo dei cittadini dell’area metropolitana ma anche per quelli di tutta la Toscana.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...