spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 1 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A Bagno a Ripoli, dal 2 al 6 novembre torna la Festa dell’Ambiente

    “Plogging” collettivo nei giardini, lezioni di api e premiazione dei cittadini “ricicloni”: ecco tutto il programma

    BAGNO A RIPOLI – Guanti e sacchetti per il “plogging”, la corsa che all’attività fisica unisce la raccolta dei rifiuti.

    Le lezioni sulle api con i bimbi delle scuole e quelle sugli inquilini meno graditi come le zanzare.

    La pulizia collettiva di parchi e giardini, e poi, come da tradizione, il premio ai cittadini più “ricicloni”.

    Torna con molti appuntamenti la Festa dell’Ambiente di Bagno a Ripoli, organizzata dal Comune per promuovere le buone pratiche dell’ecologia e della sostenibilità.

    Quest’anno la Festa vedrà come primi protagonisti gli studenti delle scuole del territorio, con quasi 500 ragazze e ragazzi direttamente coinvolti.

    La settimana di iniziative si aprirà martedì 2 novembre alla scuola media “Granacci” nel capoluogo con una lezione dedicata alle zanzare e agli insetti infestanti.

    Gli studenti dell’istituto saranno inoltre coinvolti nella pulizia delle aree verdi circostanti la scuola e in appuntamenti con il plogging su alcuni percorsi limitrofi.

    L’indomani, mercoledì 3 novembre, sarà la volta dei loro giovani colleghi della scuola media “Redi” di Ponte a Niccheri: i ragazzi, dopo una lezione sulle regole per una corretta raccolta differenziata dei rifiuti, puliranno il giardino della scuola e della vicina biblioteca.

    Giovedì 4 novembre, le iniziative coinvolgeranno i bambini delle primarie Marconi di Grassina e Michelet dell’Antella, protagonisti di una lezione speciale sulle api e sull’apicoltura, fondamentali per garantire la salvaguardia dell’ecosistema.

    Mentre venerdì 5 novembre gli alunni della scuola superiore Gobetti-Volta si concentreranno sul processo di potabilizzazione dell’acqua e sui fontanelli di alta qualità installati da Publiacqua sul territorio.

    All’interno dell’Isis sarà inoltre ospitato uno stand gestito dagli studenti per promuovere la consapevolezza sui temi ambientali.

    Tutte le iniziative della Festa dell’Ambiente organizzate dall’amministrazione comunale si svolgeranno come sempre in collaborazione con Alia Servizi Ambientali, Publiacqua, Arpat (Associazione Regionale Produttori Apistici Toscani) e AUSL Toscana Centro.

    Chiusura in bellezza sabato 6 novembre con la premiazione dei “Gran conferitori” e a seguire la pulizia di gruppo del territorio in programma al parco urbano di Grassina.

    La premiazione si svolgerà alle 10.00 e interesserà i cittadini che nel corso del 2020 hanno portato più rifiuti all’Ecostazione di Campigliano.

    I “ricicloni” oltre a un riconoscimento dell’amministrazione comunale potranno godere di sconti sulla Tari: un bonus dal 20 al 30% sulla parte variabile della tariffa.

    Quest’anno saranno premiati i circa 250 cittadini più “virtuosi” che hanno diritto al massimo del bonus sulla tariffa (mentre il totale degli aventi diritto allo sconto supera le 400 utenze).

    A seguire, dalle 14.30, tutta la popolazione verrà chiamata a raccolta ripulire il parco e la pista ciclabile fino al giardino della Casa del Popolo ed altri luoghi del territorio con gruppi organizzati di volontari.

    Sempre nella mattina di sabato 6, alle 9, Legambiente Bagno a Ripoli organizzerà (con il patrocinio del Comune) una ulteriore iniziativa di volontariato ambientale nell’ambito del progetto “Puliamo il mondo”, con gli alunni della scuola media Granacci che si ritroveranno nei giardini Silvano “Nano” Campeggi ai Ponti per pulire insieme il parco.

    Altre rappresentanze delle scuole V. Da Feltre e S. Pertini si dedicheranno alla pulizia delle aree verdi tra Ponte a Ema e Sorgane. Stesso obiettivo che si darà un gruppo di cittadini volontari di Villamagna e Case San Romolo, che si cimenteranno in una giornata di pulizia del territorio.

    “Sarà una Festa dal formato extra – dichiarano il sindaco Francesco Casini e l’assessore all’ambiente Enrico Minelli – in modo da recuperare idealmente l’edizione dell’anno scorso, saltata per colpa della pandemia. La cura per l’ambiente che ci circonda passa dalle grandi scelte cui la politica è chiamata in modo urgente, ma anche dall’impegno quotidiano e dai gesti virtuosi dei cittadini, a partire dal corretto conferimento dei rifiuti”.

    “Un orgoglio particolare – concludono – riguarda il coinvolgimento dei ragazzi delle nostre scuole, che è la migliore garanzia per assicurare al nostro Comune un presente e un futuro di sostenibilità”.

    Per maggiori informazioni: ambiente@comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...