spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Comune mobilitato, Arpat al lavoro. La causa? Forse residui di lavorazione delle olive

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Le foto che vedete qui sopra sono state inviate alla redazione del Gazzettino del Chianti da due nostre lettrici di Grassina.

     

    E documentano le condizioni del torrente Grassina nella giornata di oggi, domenica 17 novembre: acque nerissime, come la pece. In particolare alla confluenza con l'Ema.

     

     Il Comune di Bagno a Ripoli ha attivato l'Arpat ed ha fatto sopralluoghi sul posto (anche con il sindaco Luciano Bartolini): mentre si attende l'esito delle analisi c'è chi avanza l'ipotesi che possa trattarsi di uno sversamernto di liquidi dovuti alla lavorazione delle olive.

     

    Un'ipotesi che verrebbe ulteriormente avvalorata dalla testimonianza di una delle nostre lettrici, che ci dice che "nello stesso periodo dell'anno è sempre la stessa storia".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...