spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sono tati abbandonati: adesso sono ospiti di una volontaria ma cercano nuove famiglie

    BAGNO A RIPOLI – Continua l'attività, da parte del Gazzettino del Chianti, di segnalazione e stimolo all'adozione di cani e gatti, in particolare quelli randagi e abbandonati.

     

    Stavolta l'appello ci arriva dal gattile di Bagno a Ripoli, struttura che spesso soporta un carico di ospiti ben superiore alle sue possibilità.

     


    Mamma Lucy è una gatta di circa tre anni, pelo semilungo, dolce e socievole con gli umani. E' stata trovata con i suoi piccoli ed è chiaramente una gatta che aveva una casa.

     

    Era provata dalla gravidanza e dall'abbandono. Adesso è da una volontaria del gattile e sta bene. Si cercano per lei e per i suoi bellissimi piccoli famiglie amorevoli e che non l'abbandonino mai.

     

    I piccoli che cercano casa sono due: Tequila, miciolina nera, e Minou, gattina tigrata. I gattini sono prenotabili ma verranno affidati solo già svezzati. Adozioni Firenze e provincia, firma modulo e controlli. Richiesta sterilizzazione di gatta e, a tempo debito, dei gattini. Per info: 055-645255 dopo le 20, oppure 388-1067914. E anche silviasave92@gmail.com.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...