spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al CinemAntella il Diabolik dei Manetti Bros: con Valerio Mastandrea e Miriam Leone

    Si tratta della seconda trasposizione cinematografica per il personaggio, dopo il film del 1968. Il personaggio di Diabolik è interpretato da Luca Marinelli

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Nel fine settimana di Natale il Cinema del C.R.C. Antella non chiude e propone “Diabolik”, l’ultimo film dei Manetti Bros.

    La pellicola è l’adattamento cinematografico dell’omonimo fumetto e pone l’attenzione sul primo incontro tra il celebre ladro e la sua compagna e complice Eva Kant.

    Si tratta della seconda trasposizione cinematografica per il personaggio, dopo il film del 1968.

    Il personaggio di Diabolik è interpretato da Luca Marinelli, mentre Miriam Leone e Valerio Mastandrea sono rispettivamente Eva Kant e l’ispettore Ginko.

    Questi gli orari delle proiezioni: venerdì 24 e sabato 25 dicembre ore 21.30; domenica 26 dicembre ore 17.30 e 21.30.

    La programmazione cinematografica del Cinema Antella si svolge con il patrocinio del Comune. 

    Ingresso: intero € 7,00 – ridotto € 6,00. Il venerdì e la domenica: pizza+bevuta+cinema: € 15,00.

    Il Cinema Antella si trova presso il C.R.C. Antella in via di Pulicciano 53 all’Antella. Info: 055621207.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...