mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    Alla Croce Rossa la manutenzione e la gestione dei defibrillatori presenti sul territorio comunale

    Il Comune ha siglato con l’associazione di volontariato un’intesa della durata di tre anni per i quattordici DAE dislocati in luoghi ed edifici pubblici

    BAGNO A RIPOLI – Defibrillatori: sarà la Croce Rossa a occuparsi della gestione e della manutenzione delle 14 apparecchiature salva-vita presenti sul territorio comunale di Bagno a Ripoli.

    Il Comune fa sapere di aver siglato con l’associazione di volontariato un’intesa della durata di tre anni che coinvolge quattordici DAE (Defibrillatore Automatico Esterno) dislocati in altrettanti luoghi ed edifici pubblici.

    La Croce Rossa in base all’intesa avrà il compito di effettuare periodicamente un censimento dei dispositivi, controllare ogni mese l’efficienza dei defibrillatori e di effettuare una volta l’anno una verifica funzionale ed elettrica certificata delle apparecchiature.

    L’associazione, fanno sapere, provvederà a sue spese a sostituire piastre e batteria in caso di necessità ed ogni altro intervento riconducibile all’ordinaria conduzione e manutenzione delle apparecchiature. Per lo svolgimento di queste attività, il Comune si impegna a corrispondere alla CRI un rimborso forfettario.

    Dieci dei quattordici defibrillatori presenti sul territorio sono stati donati alla comunità dalla Croce Rossa e sono collocati al campo da calcio di Bagno a Ripoli, alla scuola media “Granacci”, alle palestre dell’Isis Gobetti_Volta, al Circolo di Marina di Candeli, alla scuola media “Redi”, alla scuola “E. Agnoletti” del Padule, al giardino “Nano Campeggi” ai Ponti, al Circolo SMS in via Roma e in palazzo comunale.

    Altri DAE sono stati posizionati da altre associazioni e dall’amministrazione comunale in piazza Peruzzi all’Antella, in piazza Umberto I a Grassina, nell’edificio scolastico e nella palestra della scuola di via Lilliano e Meoli a Grassina.

    Il sindaco di Bagno a Ripoli ha dichiarato che grazie a questa intesa i defibrillatori del territorio, in gran parte frutto della generosità delle associazioni e dei cittadini fa sapere, sono davvero in buone mani.

    La Croce Rossa si prenderà cura di loro, fanno sapere, con un controllo e una manutenzione puntuali che sono importantissimi per apparecchiature come queste, in grado di fare la differenza per la vita delle persone.

    “Il DAE è uno strumento salvavita fondamentale nella rianimazione – dice il presidente del Comitato ripolese della Croce Rossa Francesco Pasquinucci – altrettanto importante è la sua manutenzione al fine di averlo sempre pronto all’uso”.

    “Il Centro di Formazione IRC Claudio Evangelisti legato al nostro Comitato dal 2012 – ha spiegato Pasquinucci – ha formato centinaia di persone sulle tecniche rianimazione BLSD (Basic Life Support Defribrillation) su adulti e pazienti pediatrici. Avere sul territorio tanti apparecchi utilizzabili e ben manutenuti aumenterà le possibilità di salvare una persona”

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...