spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Hanno fra i 24 e i 25 anni: diplomati, laureati o laureandi in materie tecnico-scientifiche

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Abbiamo dato sul Gazzettino del Chianti la notizia, questa mattina, del volo del pallone aerostatico costruito da quattro giovani dell'Antella e rilasciato in cielo, fino a toccare quota 32mila metri (clicca qui per leggere l'articolo).

     

    Un'impresa bellissima, un volo immortalato dalla telecamera (clicca qui per vedere il video) passo dopo passo, rilanciato ormai su tutti i giornali on line d'Italia. Con quella bandierina con sopra il Giglio di Firenze a promuovere, nel mondo, la città.

     

    Ecco allora chi sono questi magnifici quattro, "astronauti… con i piedi per terra" come li ha definiti il direttore del Gazzettino del Chianti nel suo editoriale (clicca qui per leggerlo).

     

    Alessio Pampaloni ha 24 anni ed è laureando in ingegneria aerospaziale. Lorenzo Biffoli, 25 anni, lavora come perito elettronico, progettista di quadri elettrici. Tommaso Ristori, 25 anni, è laureato in matematica. Lorenzo Madii Fabiani, 25 anni, laureando in fisica.

     

    Quattro "cervelli" che, si spera, il nostro Paese non metta… in fuga come è accaduto purtroppo in tante altre occasioni.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...