spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Antella, degustazioni di grandi vini al Crc: martedì 7 giugno parte “Estate, calici sotto le stelle”

    Insieme ad ogni vino saranno servite, in abbinamento, pietanze di vario genere: ecco le etichette in degustazione e il menu della serata

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Nuovo appuntamento con le degustazioni al Crc dell’Antella, versione estiva, con l’abbinamento di piatti freddi e caldi a ogni vino.

    Inizia infatti “Estate, calici sotto le stelle – Vini bianchi, rosati, rossi e bollicine”. Saranno quattro serate, si parte martedì 7 giugno alle 20.30 con la prima.

    I vini in degustazione e la parte teorica saranno illustrati da sommelier professionisti.

    Ad ogni vino saranno serviti, in abbinamento, pietanze di vario genere: antipasti, primi e/o secondi piatti caldi.

    SAUVIGNON BLANC

    Bianco del Collio Doc 2020 – Az. Attems – Sagrado (GO)

    Strudel di verdure, pecorino toscano e pere, insalata champignon

    MICHEI DI MICHEI

    Muller Thurgau bianco delle Dolomiti Igt 2020 – J. Hofstatter – Termeno (BZ)

    Riso mare

    LE MINIERE

    Valpolicella classico Doc 2019 – Cantine Bertani Domains – Grezzana (VR)

    Filetto di maiale porchettato, patate arrosto

    Contributo minimo della serata: 26 euro. Costo delle quattro serate in abbonamento
    105 euro.

    Iscrizioni alla serata del 7 giugno entro il 6 giugno, presso la segreteria del Crc Antella (055621207) e/o Alessandro Conti (3298052802).

    Evento di raccolta fondi finalizzato alla messa a norma antisismica del fabbricato del circolo. Riservato ai soci Arci-Uisp.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...