sabato 31 Ottobre 2020
Altre aree

    Aperte le iscrizioni per presidenti di seggio e scrutatori nel comune di Bagno a Ripoli

    Domande presentabili anche online entro il 31 ottobre e il 30 novembre: qui tutte le informazioni e i moduli da scaricare

    BAGNO A RIPOLI – Sono aperte le iscrizioni per diventare scrutatori e presidenti di seggio nel Comune di Bagno a Ripoli.

    I cittadini interessati possono presentare domanda per essere inseriti nell’Albo dei Presidenti di Seggio entro il 31 ottobre 2020 e nell’Albo degli Scrutatori Volontari entro il 30 novembre 2020.

    Di seguito i requisiti necessari per partecipare:

    Presidenti

    – essere residenti nel Comune di Bagno a Ripoli

    – avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni

    – essere in possesso del diploma di scuola media superiore

    Scrutatori

    – essere residenti nel Comune di Bagno a Ripoli

    – essere elettori del Comune di Bagno a Ripoli

    – avere assolto gli obblighi scolastici

    Le domande possono essere inoltrate online sul sito del Comune di Bagno a Ripoli o presentando il modulo cartaceo (corredato di copia del documento di identità) all’Ufficio Relazioni con il Pubblico negli orari di apertura al pubblico.

    Via PEC a [email protected], o per posta ordinaria a Comune di Bagno a Ripoli, piazza della Vittoria 1, 50012 Bagno a Ripoli.

    A questo link il servizio di iscrizioni online per essere inseriti nell’albo delle persone idonee all’ufficio di Presidente di seggio elettorale.

    Qui invece è scaricabile il modello cartaceo.

    Questo il link per le iscrizioni online all’elenco degli scrutatori di seggio elettorale.

    Modulo scaricabile: https://www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it/sites/www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it/files/documenti/scrutatore_richiesta_iscrizione_albo_0.pdf

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...