spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Coltivava marijuana sul balcone di casa: arrestato dai carabinieri di Grassina

    Notate durante un pattugliamento: sorpreso un 50enne mentre lavorava lo stupefacente essiccato sul tavolo

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Coltivava marijuana in casa, direttamente sul balcone della propria abitazione, esponendo le piante in bella vista senza aver alcuna paura che potessero essere viste.

     

    Un cinquantenne di Sorgane ha proseguito così, molta sfrontatezza, fino a quando i carabinieri della Stazione di Grassina, guidati dal maresciallo Antonio Bonafede, nella serata del 18 agosto hanno effettuato un vero e proprio “blitz” nel suo appartamento, facendo scattare le manette si suoi polsi.

     

    L'operazione è nata a seguito dei continui servizi di pattugliamento svolti sul territorio da parte dei carabinieri grassinesi, finalizzati soprattutto a prevenire i furti in abitazione nel periodo estivo.

     

    Proprio durante uno di questi servizi i militari, mentre passavano nella zona di Sorgane, hanno notato su un terrazzo (molto ben visibile dalla strada) la presenza di varie piante. Che ad occhio nudo sono state subito riconosciute proprio come piantine di marijuana.

     

    Quando i carabinieri hanno fatto scattare il "blitz" hanno sorpreso S.T., 50 anni, mentre stava, sul tavolo del soggiorno, lavorando la marijuana già essiccata; sul balcone della sua abitazione hanno trovato 25 piante coltivate in vaso, ben curate, già con piccoli germogli.

     

    Nella perquisizione eseguita i militari hanno trovato, oltre alle piante, anche sostanza stupefacente (circa 200,00 grammi) già essiccata, una bilancina di precisione nonché materiale per il confezionamento della marijuana.

     

    Tutto è stato sequetrato mentre l'uomo, senza lavoro con precedenti penali e di polizia (per traffico internazionale di sostanze stupefacenti), è stato arrestato per coltivazione di sostanza stupefacente e rinchiuso nel carcere di Sollicciano.

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...