spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bagno a Ripoli, bollette acqua: aperto il bando per le agevolazioni tariffarie

    Per la partecipazione al bando è necessaria la presentazione della domanda esclusivamente tramite servizi on-line con credenziali SPID, CNS e CIE

    BAGNO A RIPOLI – L’amministrazione comunale di Bagno a Ripoli informa che a partire dal 24 aprile fino al 24 maggio (alle ore 13) per  i residenti nel Comune di Bagno a Ripoli sarà possibile presentare domanda per partecipare al Bando per il Bonus Sociale idrico Integrativo.

    Per la partecipazione al bando è necessaria la presentazione della domanda esclusivamente tramite servizi on-line con credenziali SPID, CNS e CIE, su apposita piattaforma predisposta dal Comune.

    Presso gli Uffici dei Servizi Sociali del Comune di Bagno a Ripoli in via Fratelli Orsi n. 22 è attivo un servizio di supporto/assistenza telefonica ai cittadini ai seguenti recapiti telefonici: 055639035305563903640556390394, nonché via mail tramite il seguente indirizzo: sociale@comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

    Per il materiale necessario, i requisiti e tutte le info relative alla compilazione della domanda, consultare il sito del Comune: www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...