spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bagno a Ripoli celebrerà così il Giorno della Memoria: fra flash mob, spettacoli e le parole dei testimoni

    Tante iniziative rivolte ai più giovani e non solo, venerdì 27 gennaio, per continuare a dare voce alle vittime della Shoah

    BAGNO A RIPOLI – I flash mob degli studenti, le parole dei testimoni, uno spettacolo teatrale per non dimenticare. Candele e palloncini per ricordare chi perse la vita nei campi di sterminio.

    Anche quest’anno sono molte le iniziative in programma su tutto il territorio comunale ripolese in occasione della Giornata della Memoria, venerdì 27 gennaio. 

    “Nel 78°anniversario dalla liberazione di Auschwitz, è più vivo che mai l’impegno nel continuare a dare voce alle vittime della Shoah e a chi combattè la follia nazifascista” afferma il sindaco Francesco Casini.

    “Scuole – aggiunge – istituzioni, associazioni del territorio sono in prima linea: la memoria è un patrimonio collettivo, una risposta di comunità contro l’indifferenza che oggi come allora può provocare morte e sofferenza. Il Giorno della Memoria è un monito a non abbassare mai la guardia”. 

    “Dovere delle istituzioni tramandare la memoria dell’Olocausto ed impedire che quell’orrore si ripeta – dichiara il presidente del consiglio comunale Francesco Conti – In quest’ottica è fondamentale coinvolgere le nuove generazioni, i cittadini di domani, che dovranno diventare i testimoni del futuro”.  

    Omaggio ai cippi della Memoria e le iniziative nelle scuole

    La mattina di venerdì 27 gennaio si svolgerà come di consueto la deposizione delle corone commemorative ai cippi del territorio.

    Saranno presenti il sindaco Francesco Casini, il presidente del consiglio comunale Francesco Conti, l’assessore alla scuola Francesco Pignotti, i rappresentanti di ANPI Bagno a Ripoli, ANED, dell’associazione “Per non dimenticare – Do Not Forget” Onlus, le rappresentanti della Commissione Pace e Diritti del Comune. 

    Le corone saranno collocate al monumento alle vittime della Shoah “Per non dimenticare” all’Istituto Gobetti-Volta, alla presenza del preside Simone Cavari.

    E di una delegazione degli studenti, al memoriale “Mai più…” ospitato nel cortile della scuola media “Granacci”, in presenza della dirigente scolastica Amalia Bergamasco.

    E, infine, dei rappresentanti degli studenti, e al cippo di Villa La Selva, che fu sede di un campo di internamento. 

    Le commemorazioni avranno inizio alle 9.30 alla scuola media “Redi” a Ponte a Niccheri.

    Gli alunni, accompagnati dagli insegnanti e dalla dirigente scolastica Maria Luisa Rainaldi, saranno protagonisti di un flash mob nel piazzale della scuola per ricordare le vittime della Shoah, in collaborazione con la Commissione Pace e Diritti.

    Presente anche l’assessora alla Pace Francesca Cellini. Saranno accese otto candele, ognuna con un triangolo riferito alle categorie dei deportati, raccolte poi in un vaso avvolto da fazzoletti di Aned. 

    Alle classi prime l’associazione “Per non dimenticare” distribuirà un fumetto su Villa La Selva.

    Le seconde prenderanno parte alla visione del film “La ladra di libri”, con dibattito a seguire.

    Le classi terze della “Redi” saranno al CRC di Antella per assistere allo spettacolo teatrale promosso dall’associzione “Il Teatro dell’Inutile” e da “Per non dimenticare – Do Not Forget” Onlus, “La luna e la scatola di latta”, scritto da Giacomo Quinti e diretto da Daniele Torrini. Presenti anche gli alunni della scuola media “Granacci” di Bagno a Ripoli.

    In scena le storie toccanti di quattro personaggi, vittime o testimoni in modo diverso della stessa follia nazifascista. 

    Qui, l’appuntamento con la delegazione istituzionale è alle 10.30. Anche in questo caso, le classi renderanno omaggio alle vittime delle Shoah con canti della tradizione ebraica e letture.

    Alle 11.30, le commemorazioni si svolgeranno nel piazzale esterno della scuola superiore “Gobetti-Volta”, i ragazzi saranno impegnati in un flash mob prima della deposizione della corona commemorativa.

    Le iniziative degli studenti dedicate alla Memoria proseguiranno il 30 gennaio con un incontro con lo scrittore e giornalista britannico Thomas Harding, autore del bestseller “Il comandante di Auschwitz – Una storia vera. Le vite parallele del più spietato criminale nazista e dell’ebreo che riuscì a catturarlo”, e la giornalista austriaca Hella Pick, sopravvissuta alla Shoah grazie al Kindertransport nel 1939.

    Alle 12, la delegazione istituzionale depositerà la corona di fiori al cippo di Villa la Selva. 

    “Compagni di umanità” in biblioteca

    Il pomeriggio di venerdì 27 gennaio, alle ore 17, lo SpazioPiù “Cherubini” in biblioteca comunale ospiterà la presentazione del volume del professore Aldo Bondi “Compagni di umanità. Dietrich Bonhoeffer e Antonio Gramsci” (Helicon 2022).

    L’autore dialogherà con Leonardo Bucciardini e Stefano Liccioli. Apriranno i saluti dell’assessore Francesco Pignotti. Presente anche l’assessora Eleonora François.

    Il volume raccoglie le biografie di “due esemplari prigionieri-martiri, analizzate nel corso di una specialissima esperienza la quale, in entrambi i casi esaminati e profondamente storicizzati, non riesce, come si potrebbe pensare, a essere solo distruttiva: il carcere”.

    Si tratta del teologo luterano e pastore, Dietrich Bonhoeffer, che aveva definito Hitler l’Anticristo, e uno dei principali fondatori del Partito comunista italiano, Antonio Gramsci, incarcerato dal regime fascista.

    Partecipazione libera. Per informazioni: 05564587981 – biblioteca@comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

    Il flash-mob a Grassina

    Venerdì 27 alle 13.30 in piazza Umberto I a Grassina il Centro commerciale naturale “Grassina e le sue Botteghe” promuove un’installazione nell’aiuola davanti alla panchina rossa.

    Tanti palloncini saranno liberati in cielo in ricordo delle vittime dell’Olocausto. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...