domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Bagno a Ripoli: effetti Dpcm, via al tavolo permanente anti-crisi con sindacati e imprese

    L’iniziativa voluta dal sindaco Francesco Casini: “Ascolto e dialogo per costruire insieme la ripartenza”. Stanziati 80mila euro dal bilancio comunale per fronteggiare l’emergenza

    BAGNO A RIPOLI – Per rispondere all’emergenza economica causata dalla pandemia da Covid-19, l’amministrazione comunale di Bagno a Ripoli ha istituito un nuovo percorso di ascolto e di confronto con i sindacati, le categorie economiche e le associazioni del Comune.

    L’iniziativa promossa dal sindaco Francesco Casini si pone l’obiettivo di rafforzare e istituzionalizzare il confronto con le categorie più colpite dalle limitazioni imposte dagli ultimi Dpcm.

    Quattro le prime aree tematiche su cui si svilupperà il confronto, pronte ad essere ampliate in caso di necessità: impresa e lavoro, cultura, associazionismo e sport.

    Il “tavolo” si riunirà una volta alla settimana in forma di videoconferenza (fino a quando la situazione epidemiologica non consentirà riunioni in presenza).

    Vi parteciperanno il sindaco, gli assessori comunali, rappresentanti dei sindacati, delle attività commerciali e delle varie categorie produttive di Bagno a Ripoli.

    “In questo momento difficile per tante fasce della nostra società – dichiara il sindaco Francesco Casini – l’amministrazione comunale si mette al fianco di chi è più colpito dalla crisi”.

    “Lo facciamo – annuncia – con un primo stanziamento straordinario di risorse dal bilancio comunale a beneficio di lavoratori, famiglie e imprese, ma anche con l’apertura di un tavolo permanente aperto alle varie categorie. L’ascolto e il dialogo sono elementi essenziali per uscire dalla crisi e costruire insieme la ripartenza”.

    Per far fronte alle conseguenze più immediate della crisi, è stato stanziato uno speciale fondo di emergenza con un primo pacchetto di risorse pari a 80mila euro dal bilancio comunale.

    Obiettivo: dare i primi ristori a chi sta già subendo una limitazione dell’attività a causa delle chiusure previste dal DpcmM del 24 ottobre 2020.

    Particolare attenzione sarà posta dall’amministrazione comunale alle associazioni sportive e culturali, così come alle attività che prevedono somministrazione.

    Il contributo anti-crisi del Comune andrà a compensare – almeno parzialmente – i costi sostenuti per le utenze e le mancate entrate del periodo.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...