mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Bagno a Ripoli: la tesi di laurea adesso si può discutere (da remoto) anche in sala consiliare

    Mozione di Cittadini di Bagno a Ripoli e Pd: "Luogo adeguato per un momento significativo e un giorno profondamente segnante nella vita di ogni studente"

    BAGNO A RIPOLI – Presentata ieri in consiglio comunale una mozione, dalla lista civica “Cittadini di Bagno a Ripoli” e da Partito democratico, per mettere a disposizione di tutti i laureandi la Sala Consiliare (o altri locali comunali) per la discussione della tesi di laurea e la sua proclamazione

    “Con questa misura – spiegano i proponenti – vogliamo offrire un luogo, simbolicamente, importante, come la sala consiliare dedicata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, alle ragazze e ai ragazzi che si laureano in questo periodo ma che non possono farlo fisicamente all’interno dei loro atenei”.

    “La discussione della tesi di laurea – aggiungono – rappresenta un momento significativo e un giorno profondamente segnante nella vita di ogni studente, ma soprattutto è un passaggio di fine per un intenso percorso universitario prima di entrare nel mondo del lavoro”.

    “La proclamazione – dicono con convinzione – merita una giusta e adeguata considerazione che in questo momento particolare non è possibile condividere con gli affetti più vicini”.

    “Senza contare – rimarcano – che possono esserci laureandi che, dovendo discutere la tesi da remoto nelle proprie case, non hanno le migliori condizioni di connessione internet o di spazi, per garantire uno svolgimento corretto e idoneo”.

    Secondpo lista civica e Pd quindi, “la sala consiliare ”Falcone e Borsellino” rappresentando la massima sede istituzionale all’interno della nostra comunità, offrirebbe solennità, prestigio e garantirebbe la necessaria rilevanza all’evento”.

    “Facendo così sentire i nostri giovani – sostengono – una risorsa fondamentale per il futuro del nostro Comune nonché del paese intero”.

    “Vista l’ampiezza della sala consiliare e nel rispetto di tutte le norme anti-contagio – dicono ancora – sarà possibile, per i laureandi, invitare amici stretti e/o familiari che dovranno registrarsi tramite appositi moduli”.

    “Nel caso in cui la sala consiliare fosse occupata – precisano – il Comune di Bagno a Ripoli mette a disposizione, dei laureandi che ne faranno richiesta, altri spazi all’interno del Comune idonei alla discussione di una tesi”.

    “Garantendo a tutte e tutti – concludono – nonostante il periodo, di essere messi nelle migliori condizioni per rendere davvero speciale e condiviso un appuntamento così particolare nella vita di uno studente”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...