spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bagno a Ripoli, martedì 8 giugno l’iniziativa online su “Diciottenni e Costituzione”

    L'assemblea con il direttore dell'Istituto storico della Resistenza Matteo Mazzoni ed il professor Carlo Fusaro sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del Comune

    BAGNO A RIPOLI – Mentre prosegue la consegna a domicilio delle copie della Costituzione a tutti i diciottenni di Bagno a Ripoli ad opera di consiglieri comunali e volontari Anpi, gli stessi neo-maggiorenni saranno i protagonisti di una speciale assemblea online dedicata all’approfondimento dei valori costituzionali.

    Come annunciato nelle scorse settimane, martedì 8 giugno alle 18 sulla piattaforma GoToMeeting e in diretta sulla pagina Facebook del Comune avrà luogo il confronto con il direttore dell’Istituto Storico della Resistenza Matteo Mazzoni ed il professor Carlo Fusaro.

    L’assemblea, organizzata insieme alla sezione ripolese dell’Anpi, metterà al centro i princìpi contenuti nella Carta Costituzionale, su cui si fonda la nostra Repubblica. La data scelta segue infatti di pochi giorni le celebrazioni del 2 giugno.

    Parteciperanno all’iniziativa il sindaco Francesco Casini, il presidente del consiglio comunale Francesco Conti, il consigliere Corso Petruzzi, promotore della mozione da cui è scaturita l’iniziativa e Luigi Remaschi, presidente di Anpi Bagno a Ripoli.

    I neo-diciottenni che volessero partecipare in maniera attiva alla discussione possono ancora prenotarsi inviando una mail a sindaco@comune.bagno-a-ripoli.fi.it e chiedendo il link di accesso.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua