spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Primarie Pd, il segretario di Bagno a Ripoli: “C’è bisogno di un partito forte e unito”

    Nel territorio ripolese 4 sono i seggi: a Antella, Grassina, Ponte a Ema e Bagno a Ripoli. Si vota dalle 8 alle 20

    BAGNO A RIPOLI – "Mi auguro che quella di oggi sia una nuova, grande giornata di partecipazione democratica – dice il segretario comunale del PD di Bagno a Ripoli, Francesco Pignotti, prima delle Primarie in programma oggi, domenica, dalle 8 alle 20 – In un momento così delicato a livello nazionale, di fronte ai risultati fortemente negativi prodotti dal governo di Salvini, Di Maio e Toninelli, c'è bisogno di un Partito Democratico forte e davvero unito che sappia offrire una proposta alternativa al Paese".

     

    "Per questa ragione – prosegue – invito tutti i nostri iscritti, militanti e simpatizzanti a recarsi ai seggi delle Primarie e partecipare alla scelta del nostro nuovo segretario nazionale e ringrazio fin d'ora i tanti volontari che permetteranno di tenere aperti i seggi".

    Nel Comune di Bagno a Ripoli sono allestiti 4 seggi: Circolo SMS di Bagno a Ripoli (per i votanti delle sezioni elettorali dalla 1 alla 10), CRC Antella (Sezioni 11-14), Circolo L' Unione Ponte a Ema (sezioni 15-18), Casa del Popolo Grassina (sezioni 19-25).
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...