spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Benvenuti a Bagno a Ripoli, comune sostenibile”: installati i cartelli in varie zone del territorio comunale

    Uno speciale segno distintivo dedicato alle amministrazioni che fanno parte, come Bagno a Ripoli, della "Rete dei Comuni Sostenibili" di Ali, la Lega delle Autonomie locali italiane

    BAGNO A RIPOLI – “Benvenuti a Bagno a Ripoli, comune sostenibile”.

    La scritta da questi giorni campeggia sui nuovi cartelli stradali collocati all’ingresso del territorio comunale ripolese.

    Uno speciale segno distintivo dedicato alle amministrazioni che fanno parte, come Bagno a Ripoli, della “Rete dei Comuni Sostenibili” di Ali, la Lega delle Autonomie locali italiane.

    “Tra gli obiettivi della Rete e dei comuni aderenti – spiegano dal palazzo comunale – rientrano l’attuazione di politiche locali coerenti coi princìpi di sostenibilità delle Nazioni Unite che costituiscono l’Agenda 2030 dell’UE, la traduzione a livello comunale degli obiettivi del BES (Benessere Equo e Sostenibile) definiti dall’Italia e lo sviluppo di buone pratiche promosse dalla Commissione Europea”.

    “Dallo scorso anno – ricordano infine – Bagno a Ripoli è stata anche insignita della “Bandiera Sostenibile”, un riconoscimento che la Rete assegna alle amministrazioni che si contraddistinguono per l’attenzione all’ambiente e alla sostenibilità”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...