spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A cena insieme: Madirò Medici per lo sviluppo e La Tommasina

    Appuntamento venerdì 9 novembre al ristorante di via di Tizzano: una cena benefica e una mostra fotografica

    CAPANNUCCIA (BAGNO A RIPOLI) – L'associazione di volontariato Madirò – Medici per lo Sviluppo e La Tommasina (bar, ristorante, alimentari), con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli, organizzano venerdì 9 novembre una cena di beneficenza e una mostra fotografica per presentare le attività e i progetti dell'associazione e sostenere la pediatria di Nanorò in Burkina Faso.

     

    Madirò è un'associazione impegnata da anni in progetti di cooperazione sanitaria e sviluppo in Burkina Faso.

     

    La cena serve a finanziare i progetti di cooperazione sanitaria dell'associazione e a presentare il lavoro svolto da Madirò in 10 anni di attività.

     

    Menu: ribollita, zuppa di farro alla contadina, fusilli salsiccia e porri, penne all'amatriciana, risotto speck e funghi champignon, verdure grigliate, verdure al vapore, pecorino fresco con miele, pecorini stagionati con gelatina di vinsanto, porchetta, crostata di more, torta pere e cioccolata, panna cotta alle fragole, acqua e vino.

     

    Costo: 20 euro (bambini sotto i 15 anni gratis). Prenotazioni: 393 9127142, info@madiro.it; 0556499383, info@tommasina.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...