spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cinema Antella, c’è Freaks Out! Da venerdì a domenica l’ultimo film di Gabriele Mainetti

    Protagonisti Pietro Castellitto, Giorgio Tirabassi e Claudio Santamaria, in un circo nella Roma del 1943: il trailer

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – I “freaks” arrivano al Cinema Antella.

    Questo fine settimana (da domani a domenica) sullo schermo del CRC antellese sarà il turno di “Freaks Out”, l’ultima fatica del regista Gabriele Mainetti (autore di “Lo chiamavano Jeeg Robot”) con protagonisti Pietro Castellitto, Giorgio Tirabassi e Claudio Santamaria.

    Il film, ambientato nella Roma del 1943, racconta le vicende di quattro amici che lavorano in un circo.

    Una storia che verrà messa sottosopra dalla guerra e dai bombardamenti che colpirono la Capitale.

    La programmazione cinematografica del Cinema Antella si svolge con il patrocinio del Comune. Questi gli orari delle proiezioni: venerdì, sabato e prefestivi ore 21.30; domenica e festivi ore 17.30 e 21.30.

    Ingresso: intero 7 euro – ridotto 6 euro. Il venerdì e la domenica: pizza + bevuta + cinema: 15 euro.

    Il Cinema Antella si trova presso il CRC Antella in via di Pulicciano 53 all’Antella. Info: 055621207.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...