spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La borsa di studio al miglior studente della “Redi” viene consegnata giovedì 13 ottobre

    Per il rendimento nel 2015/2016. Doppia cerimonia: a scuola e al ristorante 22Noir, che ha donato il premio di 500 euro

    BAGNO A RIPOLI – Il premio per il miglior rendimento scolastico nell’anno scolastico 2015/16 nella Scuola Secondaria di Primo Grado "F. Redi" (Istituto Comprensivo ". Caponnetto") sarà consegnato all’alunno vincitore, Giovanni Rimediotti, nel corso di due distinte cerimonie di premiazione che si terranno entrambe nella giornata di giovedì 13 ottobre. 

     

    Nella prima cerimonia effettuata presso la sede direzionale dell’Istituto Comprensivo "Antonino Caponnetto", in via Belmonte 40 a Bagno a Ripoli alle 10,  sarà consegnato dal dirigente scolastico all’alunno vincitore, nel corso di una seduta d’onore del Consiglio degli Studenti, alla presenza dei responsabili scolastici dell’Istituto e del Consiglio di Istituto,  l’attestato ufficiale di vincita a firma del Coordinatore della Commissione Borsa di Studio e del dirigente scolastico medesimo.

     

    La seconda cerimonia sarà tenuta successivamente nel corso della stessa giornata nella sede di “22Noir – Longe Restaurant” (in via Chiantigiana 22 a Ponte a Niccheri), nel corso di una cena conviviale gentilmente offerta dai titolari, sponsor dell’iniziata, all’alunno vincitore e ai suoi genitori.

     

    Alla presenza anche di rappresentanti del Comune di Bagno a Ripoli e dell’Istituto Comprensivo Antonino Caponnetto: in tale occasione  sarà consegnato ai genitori dell’alunno l’assegno bancario di 500 euro a cura del titolare di “22Noir – Longe Restaurant”.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...