spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Consulta dei Giovani, in trenta si candidano al “parlamentino” degli under 25

    Il gruppo di lavoro, composto da 14 ragazze e 16 ragazzi, si riunirà periodicamente dal mese di settembre, fornendo spunti e proposte all'amministrazione

    BAGNO A RIPOLI – Grande successo di adesioni al nuovo organo del Comune nato per promuovere la partecipazione attiva e inclusiva delle nuove generazioni alla vita politica e democratica del territorio.

    “Facciamo spazio ai giovani con i fatti – dice il sindaco Francesco Casini – e per loro sarà una palestra di cittadinanza su tanti temi importanti”.

    Quattordici ragazze e sedici ragazzi, il più giovane ha 17 anni, il maggiore 25. Sono i trenta componenti della Consulta dei Giovani di Bagno a Ripoli che in questi giorni ha visto chiudersi la fase di “reclutamento” con un grande successo di adesioni.

    Il “parlamentino”, ideato dall’assessorato alle politiche giovanili del Comune per promuovere la partecipazione attiva e inclusiva delle nuove generazioni alla vita politica e democratica del territorio, sarà pienamente operativo da settembre. Il gruppo di lavoro, eterogeneo per formazione ed equilibrato sotto il profilo della rappresentazione di genere, si riunirà periodicamente con il compito di fornire spunti, idee e suggerimenti all’amministrazione.

    “Sarà una bella palestra di cittadinanza partecipativa ed inclusiva – spiega ancora Francesco Casini – su tanti temi importanti che riguardano la vita della nostra comunità: dai progetti per i più giovani fino al sociale, ai trasporti, all’ambiente e più in generale su tutti gli argomenti che le ragazze e i ragazzi della Consulta vorranno sottoporre alla loro attenzione”.

    “L’alta adesione – conclude – dimostra che c’era bisogno di uno strumento del genere, i nostri ragazzi hanno voglia di mettersi alla prova. E il fatto che senza il bisogno di introdurre alcuna ‘quota rosa’ quasi la metà di loro siano donne è un segnale ancora più significativo. Facciamo largo alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi, nei fatti, con il migliore augurio di buon lavoro e tutto il sostegno da parte nostra”.

    “La nuova Consulta – aggiunge l’assessore alle politiche giovanili Francesco Pignotti – metterà al centro i giovani, coi loro diritti ma anche coi loro doveri, con le loro idee e i loro progetti ma anche con la complessità delle scelte e delle procedure, sempre comunque in costante rapporto con il tessuto sociale e associativo del territorio”.

    “L’organo – conclude l’assessore – sarà completamente apartitico e potrà portare all’attenzione del sindaco e della giunta le sue idee. Per prima cosa, non appena insediati, i ragazzi e le ragazze stenderanno loro stessi il regolamento della Consulta. Non vediamo l’ora di vederli al lavoro”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...