spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giovedì 25 ottobre il convegno annuale organizzato dall’amministrazione comunale

    Innovazione e competitività: con queste due parole chiave il Comune di Bagno a Ripoli ha organizzato la sesta edizione del Convegno che ormai da anni dedica al mondo dell'imprenditoria, intitolato quest'anno Sostenere Innovazione e Competitività. L'appuntamento è per giovedì 25 ottobre 2012, dalle ore 17.15, a Villa La Massa (Candeli, Bagno a Ripoli).
            Programma dei lavori
    Ore 17.30 – Saluti di Alessandro Calvelli, Vicesindaco e Assessore alle Politiche per lo Sviluppo Locale del Comune di Bagno a Ripoli
    Ore 17.40 – Buone pratiche: Aziende 2a srl, Hmv srl, EsaGerAee, Guanti Giglio
    Ore 18.20
    Luciano Bartolini, Sindaco Comune di Bagno a Ripoli: Introduzione.
    „h        Lorenzo Petretto, Direttore Incubatore Tecnologico Fiorentino: Coltivare l'innovazione e la competitività.
    „h        Pietro Laureano, Presidente International Traditional Knowledge Institute-Itki: Dalla conoscenza tradizionale all'impresa innovativa. come la sostenibilità può farsi economia.
    „h        Vincenzo Esposito, Direttore Casa spa: Costruire sostenibile. Legno, risparmio energetico e nuove tecnologie nell'edilizia pubblica.
    „h        Francesca Federzoni, Presidente Politecnica: Cluster e reti d'impresa. Quando l'unione fa la forza.
    „h        Alessandro Cavalieri, Direttore Generale alla Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze, Regione Toscana: Innovazione, nuovi mercati: quali servizi, agevolazioni e ricerca di finanziamenti.
    Ore 19.40 – Dibattito
    Simone Bettini, Presidente di Confindustria Firenze: Conclusioni.
    Ore 20.30 – Cena a buffet
            Sarà presente in sala Danilo Zucchetti, Direttore Generale Villa d'Este Hotels.
            “Siamo giunti al sesto incontro organizzato in questi anni per guardare concretamente al mondo dell'imprenditoria – hanno dichiarato il Sindaco Luciano Bartolini e l'Assessore allo Sviluppo Locale Alessandro Calvelli –, con il fine di trovare strade sempre più praticabili per l'integrazione fra pubblico e privato come risorsa di sviluppo locale, come risposta positiva alla crisi, come possibilità di occupazione, particolarmente per i giovani. L'iniziativa, nella straordinaria cornice di Villa La Massa, che sentitamente ringraziamo, sarà l'occasione per analizzare la situazione economica e sociale e per illustrare le buone pratiche, soprattutto sul tema del sostegno all'innovazione e alla competitività delle varie attività del territorio. Una sorta di nostro piccolo Forum Ambrosetti, che potremmo ribattezzare 'Forum Villa La Massa'. Un'iniziativa in cui gli esponenti della pubblica amministrazione staranno principalmente ad ascoltare quanto il mondo delle imprese avranno da proporre e raccontare, dando un contributo di coordinamento e di visione integrata con le possibilità e i contributi che possono venire dalle istituzioni, nella fattispecie da quelle locali. Le aziende presenti hanno idee ed esperienze nuove, pratiche di eccellenza, di innovazione, di crescita economica combinata con la necessaria sostenibilità ambientale e saldamente ancorate sia a una visione internazionale, sia alla realtà metropolitana fiorentina. Dal convegno ci aspettiamo suggerimenti e input utili a crescere tutti insieme e un dibattito costruttivo che possa, attraverso dati oggettivi e concreti, dare spazio e strada alle buone pratiche, necessarie a sviluppare il contesto imprenditoriale di Bagno a Ripoli. Anche questo è sviluppo locale”.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...