spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Costituzione… a domicilio: il regalo del Comune di Bagno a Ripoli ai neo-diciottenni

    Le consegne saranno realizzate da consiglieri comunali e volontari Anpi. Prevista per l'8 giugno anche un'iniziativa online sulla Costituzione

    BAGNO A RIPOLI – A Bagno a Ripoli la Costituzione della Repubblica Italiana arriva a domicilio.

    Anche quest’anno il Comune non manca di celebrare i suoi cittadini neo-diciottenni, dando loro uno speciale benvenuto nella comunità dei diritti e dei doveri civici.

    Ogni giovane ripolese nato nel 2002 riceverà direttamente a casa una copia della Costituzione, insieme alla tessera elettorale e ad un invito a diventare donatori di sangue.

    L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di sensibilizzare i giovani sui gesti di altruismo che rendono la società più forte e più coesa.

    La consegna sarà realizzata “porta a porta” tra il 20 maggio e 5 giugno prossimi, grazie alla disponibilità e alla generosità dei consiglieri comunali e dei volontari di Anpi che in prima persona busseranno alle porte dei giovani concittadini.

    I neo-diciottenni di Bagno a Ripoli saranno protagonisti anche di un’iniziativa pubblica online, in programma martedì 8 giugno alle 18 sulla piattaforma GoToMeeting e trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del Comune (www.facebook.com/comunebagnoaripoli).

    L’assemblea, organizzata insieme alla sezione ripolese dell’Anpi, metterà al centro proprio i valori della Costituzione, su cui si fonda la nostra convivenza civile. Non a caso l’iniziativa si terrà a una manciata di giorni dal 2 giugno, giorno in cui si celebra la nascita della Repubblica democratica.

    Per ricevere il link di accesso e prendere parte attivamente all’incontro online, le ragazze ed i ragazzi neo-maggiorenni possono scrivere all’indirizzo e-mail sindaco@comune.bagno-a-ripoli.fi.it entro il prossimo 25 maggio. Chi non potrà partecipare in prima persona, potrà seguire l’iniziativa sui canali social del Comune.

    I giovani avranno la possibilità di confrontarsi con due relatori d’eccezione: il direttore dell’Istituto Storico della Resistenza Matteo Mazzoni ed il professir Carlo Fusaro.

    Sarà un’occasione preziosa per approfondire i temi legati alla legge fondamentale che sancisce i diritti e i doveri di ogni cittadino, e per tramandarne i valori alle nuove generazioni.

    “Avere 18 anni oggi – dichiara il sindaco Francesco Casini – significa avere affrontato difficoltà e sacrifici importanti negli ultimi mesi, più di molte altre generazioni, ma rimane un’età bellissima e piena di trasformazioni, che segna l’ingresso ufficiale nella vita della comunità”.

    “Con queste iniziative simboliche – aggiunge – vogliamo dire ai nostri giovani che la loro partecipazione alla vita politica del paese – e anche del nostro Comune – è fondamentale per rafforzare la nostra comunità e proiettarla nel futuro. Grazie quindi ai ragazzi che vorranno partecipare e grazie anche ai consiglieri comunali ed ai preziosi volontari di Anpi che renderanno possibile la consegna casa per casa delle copie della Costituzione”.

    “L’ultimo anno – prosegue il presidente del consiglio comunale, Francesco Conti – ha richiesto a tutti noi, ma soprattutto ai più giovani, una serie di sacrifici che hanno, se non altro, contribuito a sviluppare il senso civico e di appartenenza alla collettività. Per questo ci fa piacere celebrare chi è appena entrato a far parte della nostra comunità”.

    “Resta il rammarico – conclude Conti – di non potere ancora organizzare un’iniziativa in presenza, ma la speranza è che le copie della Costituzione che porteremo a casa dei ragazzi vengano lette e “vissute” come meritano, ispirandoli nella vita di tutti i giorni”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua