spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Da ieri e per 35 giorni sospesa l’attività di sala parto al Santa Maria Annunziata

    Le gestanti seguite sul territorio e al San Giovanni di Dio. Lavori di manutenzione per migliorare il comfort di mamme, nuovi nati e operatori

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Da ieri e per 35 giorni è sospesa l’attività di sala parto all’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, per i lavori di manutenzione al Blocco Parto.

    Durante questo periodo l’attività è stata riorganizzata in continuità sugli altri ospedali della rete aziendale, in particolare sul San Giovanni di Dio che è il presidio di riferimento più vicino. Sono naturalmente garantiti cesarei e urgenze.

    A tal fine rimangono nel presidio un team di ostetriche, ginecologi e pediatri per l’attività programmata, il reparto di degenza e parte dell’attività ambulatoriale.

    In questi 35 giorni per seguire le gestanti, le ostetriche dell’OSMA si sposteranno presso i consultori di riferimento ed entreranno in turno con le colleghe del punto nascita San Giovanni di Dio.

    “I lavori – spiega l’Ausl Toscana Centro – consentiranno di incrementare gli standard di qualità dell’assistenza fornita alle mamme e ai nuovi nati, migliorando un ambiente già dedicato alle famiglie e creando spazi più fruibili per gli operatori”.

    “Gli interventi – si spiega ancora – consistono in opere di adeguamento degli impianti elettrici atti a garantire la continuità assoluta dell’alimentazione, la sostituzione del sistema di illuminazione ordinaria e di emergenza, la realizzazione della nuova rete di distribuzione dei gas medicinali (aria, ossigeno e vuoto), il miglioramento dei sistemi di regolazione dell’aria meccanica e il rifacimento delle pavimentazioni, dei rivestimenti e delle controsoffittature che mirano ad aumentare il benessere microclimatico ed il comfort ambientale”.

    “I lavori – conclude l’Ausl TC – interesseranno in modo prevalente il corridoio interno, la sala operatoria dedicata e le sale parto”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...