domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    Domenica 9 maggio Bagno a Ripoli tornano a fiorire le “Azalee della Ricerca”

    Come da tradizione, l'iniziativa di AIRC sarà presente nelle piazze di Grassina, Antella e del capoluogo. Azalee acquistabili anche online

    BAGNO A RIPOLI – Questa domenica le piazze del comune di Bagno a Ripoli si riempiranno di fiori nell’obiettivo di sostenere la ricerca e la lotta contro il cancro.

    L’Azalea della Ricerca di AIRC, fiore simbolo della battaglia contro i tumori femminili, torna in 3.600 piazze per migliorare la qualità della vita delle donne.

    I volontari AIRC saranno presenti domenica 9 maggio anche nel territorio ripolese, e in particolare nel parco “Silvano Nano Campeggi”-I Ponti nel capoluogo, in piazza Peruzzi ad Antella e in piazza Umberto I a Grassina.

    L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Bagno a Ripoli, si svolgerà in sicurezza nel rispetto delle distanze interpersonali e di tutte le misure anti-Covid.

    “Siamo orgogliosi – dichiara il sindaco Francesco Casini – di partecipare anche quest’anno alle iniziative promosse dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro”.

    “Nonostante le difficili condizioni imposte dalla pandemia – conclude – saranno come sempre in tanti i cittadini ripolesi che daranno il proprio contributo a sostegno dei ricercatori impegnati in questa battaglia importantissima”.

    Fino dal 1985 l’Azalea della Ricerca dell’AIRC fiorisce ogni anno, in occasione della Festa della Mamma, per dare il segnale dell’impegno nel contrasto ai tumori femminili.

    Le piantine saranno donate in cambio di una quota a sostegno della Fondazione AIRC per raccogliere fondi da destinare al finanziamento dei principali progetti di ricerca e borse di studio in campo oncologico.

    Quest’anno sarà possibile acquistare l’Azalea della Ricerca anche online, su Amazon, al link: https://www.amazon.it/dp/B087JYTMZVaz.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...