spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 18 Ottobre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Domenica lo “Svuota Cantine” del CAT al circolo Acli Grassina: come esporre, quando visitarlo

    Prenotazioni (per portare i propri oggetti) dalle 18 alle 20 al circolo Acli di Grassina. Per partecipare (come espositori o visitatori) obbligatorio avere il Green Pass

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Il CAT ODV Grassina ha organizzato il mercato “Svuota Cantine”, che si terrà a Grassina (presso il campo sportivo dell’Albor Grassina, accanto al circolo Acli), domenica 17 ottobre dalle ore 7 alle ore 18.

    I posti per chi volesse partecipare saranno prenotabili presso il circolo Acli (da Riccardo Matteuzzi) la sera dalle 18 alle 20.

    Per chi fosse intenzionato invece a passare qualche ora spensierata alla ricerca di oggettistica e curiosità, l’appuntamento è presso il circolo Acli di Grassina in via Tegolaia 1, per tutta la giornata di domenica.

    E’ obbligatorio avere il Green Pass, come la cartellonistica specificherà all’ingresso del mercato.

    “Finalmente – dice il presidente del CAT ODV, Daniele Locardi – una parvenza di normalità, seppur con qualche accortezza, che ci fa tornare a sperare in un futuro nuovamente all’insegna dei rapporti, degli scambi, dell’amicizia e della solidarietà”.

    In caso di maltempo la manifestazione sarà annullata e la prenotazione fatta non sarà rimborsabile.

    In occasione del mercato, il circolo Acli di Grassina organizzerà la cucina con salati e primi da asporto per il pranzo, acquistabili e prenotabili direttamente in loco.

    “Ringraziamo fin d’ora – conclude Locardi – tutti coloro che parteciperanno attivamente e come visitatori. Vi aspettiamo numerosissimi”.
    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...