spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Luglio 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dopo il Parco Urbano di Grassina, le arnie per le api sbarcano anche a Ponte a Ema

    "Grazie alla convenzione con Arpat Apicoltura - spiega il sindaco Casini - da ieri è attivo l’apiario didattico all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote!"

    PONTE A EMA (BAGNO A RIPOLI) – “E dopo il Parco urbano di Grassina, le api arrivano anche a Ponte a Ema!”.

    L’annuncio è del sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, che aggiorna sul proseguimento del progetto teso a valorizzare (e tutelare) il ruolo delle api nella nostra vita.

    # Le api trovano casa a Grassina, nel parco urbano sono arrivate le arnie (e non saranno le sole…)

    “Grazie alla convenzione con Arpat Apicoltura – spiega Casini – da ieri è attivo l’apiario didattico all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote!”.

    “Servirà a formare nuove generazioni di apicoltori – prosegue -e a svelare i segreti della vita e del lavoro di questi piccoli insetti fondamentali per la vita del pianeta”.

    “Inoltre – conclude – per l’importanza delle api come bioindicatori ambientali, l’apiario farà parte anche di Beenet, un progetto nazionale che attraverso gli alveari valuta la salubrità ambientale”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...