lunedì 13 Luglio 2020
Altre aree

    Estate Ripolese, tra musica balcanica e creatività gli appuntamenti del weekend

    La Brasserie al Bigallo, musica da camera con gli Amici di Vicchio e di Rimaggio; Nuova Pippolese e mostra mercato artigianato

    BAGNO A RIPOLI – Proseguono a ritmo di musica gli appuntamenti dell’Estate Ripolese, il calendario di eventi estivi organizzati o patrocinati dall’amministrazione comunale di Bagno a Ripoli in programma fino a settembre nelle piazze, nei giardini e nei luoghi d’arte e associativi di tutto il territorio.

     

    Giovedì 13 giugno alle 21, spazio ai ritmi balcanici de La Brasserie, orchestra fiorentina che porterà all'antico Spedale del Bigallo brani e melodie gipsy, klezmer e balkan-swing. L'iniziativa è curata da Rifiorenze impresa sociale (concerto + aperitivo 10 euro).

     

    Il weekend prosegue con il concerto di musica da camera organizzato dagli Amici di Vicchio e di Rimaggio: venerdì 14 giugno alle 21 la chiesa di San Lorenzo a Vicchio di Rimaggio risuonerà dei brani di Brahms, Sostankovich e Debussy eseguiti dai musicisti Sara Pastine al violino, Natania Hoffman al violoncello e Giulia Contaldo (ingresso gratuito).

     

    Sabato 15 giugno, ancora musica con il concerto della Nuova Pippolese (in foto sopra), orchestra di soli strumenti a plettro specializzata in melodie fiorentine e toscane, in programma in piazza della Pace a partire dalle 18.

     

    L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’associazione “La scena muta” (ingresso gratuito).

     

    Sempre nella giornata di sabato, da mattina a sera, si svolgerà la mostra mercato della creatività artigianale e della sostenibilità ambientale e sociale, organizzata dall’oratorio Ruah nella sala parrocchiale della chiesa della Pentecoste (piazza san Francesco, viale delle Arti, ore 10-23). In programma anche street food.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...