sabato 31 Ottobre 2020
Altre aree

    Frana di Vallina, da lunedì 19 ottobre il via ai lavori sulla Sp 34 “Di Rosano”

    Riprendono i lavori sulla Sp 34 per ripristinare l'integrità della carreggiata alterata e lo smottamento del costone a monte della strada

    VALLINA (BAGNO A RIPOLI) – Riprendono i lavori sulla Sp 34 via di Rosano, all’altezza di Vallina, per ripristinare l’integrità della carreggiata alterata e lo smottamento del costone a monte della strada, a causa di una frana che ormai da anni interessa la collina soprastante.

    “Da lunedì 19 ottobre sarà riaperto il cantiere – informa Francesco Casini, consigliere della Città Metropolitana delegato alla viabilità di zona e Sindaco di Bagno a Ripoli – per il completamento dei lavori”.

    “E per dare finalmente una sistemazione definitiva – rimarca – con un investimento di 2 milioni e 600 mila euro all’annoso problema della frana sulla Sp 34 tra Remole e Vallina”.

    “Grazie al lavoro dei tecnici della Metrocittà – informa – stavolta non sarà necessario il senso unico di circolazione ma, salvo particolari imprevisti, basterà un restringimento di carreggiata per far coesistere lavori e l’intensa viabilità che ogni giorno transita su questa arteria così importante per la mobilità metropolitana”.

    “Si prevedono otto mesi di cantiere per il primo stralcio di lavori da ora al 2021; a seguire il secondo stralcio, per il quale sono previsti gli stessi tempi, tra il 2021 e il 2022”, spiega Monica Marini, consigliera delegata alla Pianificazione territoriale della Metrocittà e sindaco di Pontassieve.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...