spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 15 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fratelli d’Italia Bagno a Ripoli: Michele Barbarossa nuovo coordinatore comunale

    Il presidente provinciale Claudio Gemelli: "Traghetterà il partito fino alle elezioni comunali del prossimo anno. Paola Frosali aderisce a FdI in consiglio"

    BAGNO A RIPOLI – “Ho provveduto in settimana a nominare il nuovo coordinatore di Fratelli d’Italia a Bagno a Ripoli che sarà Michele Barbarossa, già segretario amministrativo e tesoriere regionale e candidato sindaco per FdI nelle elezioni 2014 a Bagno a Ripoli”.

    Lo annuncia Claudio Gemelli, presidente provinciale Fratelli d’Italia Firenze.

    “Barbarossa – spiega – persona di esperienza e fiducia, avrà l’onere di traghettare Fratelli d’Italia alle elezioni comunali del prossimo anno e sarà aiutato da un gruppo sempre più numeroso che nell’ultimo anno si è avvicinato al partito”.

    “Il radicamento e la serietà dimostrata dal partito in questi ultimi anni – aggiunge Gemelli – ha portato anche all’adesione a Fratelli d’Italia della consigliera comunale Paola Frosali, che da tempo si era avvicinata alle nostre posizioni condivindendo con noi alcune battaglie politiche”.

    “Un ingresso importante – evidenzia – che mostra il grande momento di espansione e la forte presa degli ideali portati avanti dal governo Meloni anche nella nostra provincia”.

    “Fratelli d’Italia a Bagno a Ripoli quindi riparte con nuove energie – conclude – per affrontare le sfide che ci attendono nei prossimi mesi, tramite un direttivo tutto rinnovato guidato da Barbarossa e una rappresentanza in consiglio con Paola Frosali. A loro gli auguri di un buon lavoro”.

    Paola Frosali
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...