spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 8 dicembre alle 21 “Guerriero del Cielo San Michele Arcangelo” di e con Alessandro Riccio

    Sabato 8 dicembre, alle 21 al Teatro Comunale di Antella (Tendone TCA, Rassegna Stelle), Archètipo presenta "Guerriero del Cielo San Michele Arcangelo" di e con Alessandro Riccio (in foto sopra).

     

    Un monologo scritto sulla figura magnetica e misteriosa dell’Arcangelo Michele, che coniuga in sé pace e guerra. Una figura presente in tutte le chiese che ammettono il culto dei Santi. Rappresentato da pittori, scultori come un vero e proprio eroe. Un monologo in cui Alessandro Riccio si confronta, scevro dai soliti costumi a lui così familiari, per scoprire il sottile confine fra bene e male. San Michele, l’Arcangelo: lui regge l’equilibrio fra bene e male, mantiene l’ordine con spada e muscoli.

     

    Tutto dipende da lui, non da Dio. Dio ha altri impegni e gli esseri umani sono troppo impegnati a lamentarsi e a piangere sulle loro disgrazie, ma è arrivato il punto in cui le sue forze non reggono più e decide di lasciare che ciascuno si difenda da solo.

     

    Il Teatro Comunale di Antella si trova ad Antella (Bagno a Ripoli, Firenze), in via di Montisoni 10. Biglietto unico 10 euro. Informazioni: 055621894, mail prenotazioni@archetipoac.it, sito web www.archetipoac.it.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...