spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    (H) Open Day Emicrania: il 27 maggio l’ospedale Santa Maria Annunziata aderisce all’iniziativa

    Nell'ambito della settimana nazionale dedicata al mal di testa, Fondazione Onda ETS coinvolge gli ospedali Bollino Rosa per promuovere la seconda edizione

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLII) – In occasione della Settimana nazionale dedicata al mal di testa, Fondazione Onda ETS coinvolge gli ospedali Bollino Rosa per promuovere la seconda edizione dell'(H) Open Day dedicato all’emicrania, offrendo servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi.

    Il 27 maggio aderisce all’iniziativa anche il presidio Santa Maria Annunziata, offrendo alla popolazione cinque visite neurologiche per emicrania di 30 minuti ciascuna, a partire dalle ore 14.30 (14.30, 15, 15.30,16, 16.30).

    Le consulenze si svolgeranno presso il reparto di Neurologia del presidio, secondo piano percorso B, tramite prenotazione tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 12.30 al numero CUP 0556936230.

    L’emicrania è una patologia cronica che colpisce circa il 12 per cento degli adulti in tutto il mondo, con una prevalenza tre volte maggiore nelle donne.

    Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, rappresenta la terza malattia più frequente e la seconda più disabilitante, comportando dunque un altissimo costo umano, sociale ed economico.

    La promozione di questo (H) Open day per il secondo anno, si ripropone pertanto l’obiettivo di continuare a sensibilizzare la popolazione su una patologia spesso sottovalutata, nonché di offrire ai pazienti efficaci strumenti di diagnosi e cura da parte di centri cefalee riconosciuti virtuosi nella presa in carico multidisciplinare e multiprofessionale dei pazienti.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...