spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il cuore di Bagno a Ripoli per la famiglia di Eloy: oltre 36mila euro sul conto corrente del Comune

    Il ricavato della generosità della comunità ripolese (e non solo) consegnato dal sindaco alla moglie Yolanda

    BAGNO A RIPOLI – Un fiume di generosità. Oltre 36.300 euro sono stati donati dalla comunità ripolese e non solo alla famiglia di Eloy Baca Eslava, concittadino di origine peruviana che all’alba di martedì 10 gennaio è stato investito e ucciso all’Antella da un’auto pirata mentre si recava al lavoro.

    È questa la somma raccolta sul conto corrente bancario aperto dal Comune di Bagno a Ripoli all’indomani della tragedia.

    Diecimila euro erano stati consegnati nelle scorse settimane alla signora Yolanda, moglie di Eloy. Stamani il bonifico con la consegna della rimanente somma e la conseguente chiusura del conto corrente. 

    “Decine di cittadini, associazioni, circoli, attività commerciali di tutta Bagno a Ripoli ma anche provenienti da fuori comune hanno effettuato una donazione, piccola o grande, per supportare la famiglia di Eloy” spiega il sindaco Francesco Casini.

    “La sua storia ha toccato e sconvolto tutti noi – rimarca – e ha attivato da subito e in maniera spontanea un grande moto di solidarietà che come amministrazione abbiamo raccolto e convogliato su un conto istituzionale”.

    “La cifra raccolta è importante – aggiunge il sindaco – e anche se non allevia il dolore dei familiari per una perdita così tragica potrà fornirgli un supporto materiale in questo difficile momento e nel percorso per accertare le responsabilità dell’accaduto e chiedere giustizia”. 

    “Un ringraziamento grandissimo – prosegue ancora il primo cittadino –  a tutti coloro che hanno dato un contributo. Un grazie di cuore alle associazioni, alla Misericordia di Antella, alla Fratellanza popolare di Grassina, alla Cri Bagno a Ripoli, alla Croce d’oro di Ponte a Ema, ai Ccn di Antella, Grassina e Bagno a Ripoli, ai circoli e agli Sms di tutto il territorio, alle Caritas e alle parrocchie, che ci hanno dato una mano fondamentale per raccogliere le donazioni”.

    “Tantissime inoltre – conclude Casini – le iniziative di solidarietà per raccogliere fondi, come cene, aperitivi benefici, sottoscrizioni, promosse da realtà diverse, a partire dai soci Coop e la Fondazione il cuore si scioglie, lo Spi Cgil di Bagno a Ripoli, i Pensionati Cisl e moltissime associazioni. Questa generosità è un enorme abbraccio collettivo da parte di una comunità che nel momento del bisogno dimostra di esserci sempre”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...