spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il “pomodoro della ricerca” della Fondazione Veronesi sulla tavola degli studenti di Bagno a Ripoli

    Siaf ha preso i primi 500 Kg di prodotto: serviranno a finanziare la lotta contro i tumori pediatrici. L'esordio nel menù di domani

    BAGNO A RIPOLI – Una pastasciutta speciale quella che domani sarà portata in tavola nelle mense scolastiche di Bagno a Ripoli.

    Sarà condita con il pomodoro del progetto “Il Pomodoro: buono per te, buono per la ricerca” di Fondazione Umberto Veronesi, con il quale è possibile sostenere la ricerca scientifica contro i tumori pediatrici.

    Siaf, la società di refezione del Comune, ha già preso i primi 500 Kg, con l’obiettivo – una volta terminati – di dare seguito al sostegno di Fondazione per supportare la ricerca scientifica contro il cancro, promuovere l’assistenza ai pazienti oncologici e attivare percorsi per i corretti stili di vita che coinvolgano gli studenti e le loro famiglie.

    I pomodori della Fondazione sono stati forniti grazie al contributo dell’Associazione nazionale industriali conserve alimentari vegetali.

    Saranno serviti da Siaf insieme alla pasta integrale per due volte nel menù delle scuole, dalle materne alle medie.  

    Da sempre il pomodoro rappresenta un ingrediente fondamentale nella dieta mediterranea; è un frutto con pochi zuccheri, ricco di fibre, vitamine C ed E e sali minerali, quali potassio e fosforo.

    Contiene molecole bioattive come i polifenoli, potenti antiossidanti, e i carotenoidi tra cui il licopene, studiato come coadiuvante nel potenziamento del sistema immunitario e nella prevenzione di alcuni tipi di tumore (contenuti scientifici a cura di Fondazione Umberto Veronesi). 

    Fondazione Umberto Veronesi nasce nel 2003 per volontà del professor Umberto Veronesi per promuovere il progresso scientifico, concentrando il proprio operato in due aree: finanziamento alla ricerca scientifica d’eccellenza, motore del progresso scientifico, e divulgazione scientifica, perché le scoperte della scienza diventino patrimonio di tutti.

    Durante questi anni Fondazione ha creato le basi per un nuovo modello di sviluppo della scienza, introducendo un criterio inedito nel nostro Paese.

    Investire nella cultura scientifica per creare una nuova generazione di scienziati e di cittadini consapevoli dei progressi della ricerca.

    Per Fondazione Umberto Veronesi, cultura scientifica significa utilizzo sociale degli obiettivi e dei risultati della scienza.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...