spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 15 Giugno 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Inaugurato il nuovo Hub vaccinale nella CdP di Grassina: sarà riferimento per il nostro territorio

    Via stamani alle prime somministrazioni alla presenza del presidente Giani, del direttore dell'Ausl Toscana Centro Morello e del sindaco e presidente della SdS Fiorentina Sud Est Casini

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Si è inaugurato stamani il nuovo Hub vaccinale della Ausl Toscana Centro ospitata alla casa del popolo di Grassina. 

    Lo storico circolo Arci, nel comune di Bagno a Ripoli, da centoventisei anni tra i principali luoghi di aggregazione del territorio, apre oggi le sue porte ad una nuova funzione sociale, finalizzata alla tutela della salute pubblica.

    Stamani le prime somministrazioni alla presenza del presidente Eugenio Giani, del direttore generale della Ausl Toscana Centro Paolo Morello Marchese, e del sindaco di Bagno a Ripoli e presidente della Società della Salute Fiorentina Sud Est Francesco Casini. Presenti inoltre i sindaci e le istituzioni dei Comuni della SdS Fiorentina Sud Est e il direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’Ausl Toscana Centro, Renzo Berti.

    A fare gli onori di casa i volontari e il presidente della Cdp Alberto Ferretti, accanto agli operatori sanitari delle associazioni di volontariato che attraverso un’apposita convenzione con la Ausl gestiranno la campagna vaccinale: Fratellanza Popolare e Croce d’Oro di Grassina, che farà da capofila, Croce Rossa Comitato di Bagno a Ripoli e Misericordia di Antella.

    Ampio circa 800 mq, il nuovo polo vaccinale è allestito per somministrare circa 900-mille dosi di vaccino al giorno su cinque linee vaccinali diverse, attive su tre turni dalle 8.00 alle 22.00 sette giorni su sette.

    La giornata inaugurale si è aperta in via graduale con la somministrazione di circa 200 dosi di vaccini di tipologia Pfizer e Moderna. La prima a vaccinarsi stamani è stata Sandra, 64 anni, di Bagno a Ripoli.

    Le vaccinazioni saranno assicurate dall’operato delle associazioni di volontariato e dal personale sanitario, tecnico ed amministrativo messo a disposizione dall’Azienda sanitaria e dalla Protezione civile.

    L’Hub vaccinale ospitato alla CdP è il primo ad attivarsi nell’area della Sds Fiorentina Sud-Est, nel territorio compreso tra il Chianti e la Valdisieve fino al Valdarno.

    Nei prossimi giorni sarà infatti operativo anche il nuovo Hub vaccinale di Pontassieve, che troverà casa nell’auditorium “Chino Chini”. Successivamente toccherà a quello ospitato al palazzetto dello sport di Reggello.

    Per accedere all’Hub vaccinale alla casa del popolo, è consigliato l’ingresso sul lato di via Bikila, per usufruire dell’ampio parcheggio adiacente alla struttura.

    Altri luoghi di sosta nelle vicinanze possono essere reperiti lungo via Bikila, nel parcheggio della chiesa di San Michele a Tegolaia, in piazza Umberto I e nel parcheggio di via Costa al Rosso.

    L’ingresso all’interno dell’Hub è consentito solo alle persone che devono eseguire il vaccino, presente un filtraggio all’ingresso con la misurazione della temperatura. La sala d’attesa consta di circa 60 posti a sedere distanziati. Una volta effettuata la vaccinazione, gli utenti dovranno attendere 15 minuti nella sala di sorveglianza prima di andarsene.

    La gestione degli accessi e le attività anti-assembramento esterne alla struttura saranno gestite con l’ausilio delle associazioni di volontariato aderenti al sistema intercomunale, metropolitano e dell’area Chianti della Protezione civile.

    L’Azienda sanitaria ricorda che si accede al punti vaccinali tramite prenotazione sul portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home.

    Le agende rimarranno aperte fino a esaurimento dei posti disponibili per tutte le categorie previste fino ad oggi. È inoltre attivo il numero verde regionale gratuito 800117744 per gli over 70, che non hanno ancora avuto la possibilità di prenotarsi sul portale regionale, perché sprovvisti di computer o di smartphone o di assistenza da parte di familiari.

    “Grazie alla casa del popolo e al Comune che ha creduto e investito in questo Hub – ha dichiarato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani – avremo la possibilità di fare 900 vaccinazioni al giorno qui a Grassina. Complessivamente nell’area Firenze-Prato-Pistoia avremo 13 hub in più rispetto a giovedì scorso”.

    “È il segno del passaggio da una vaccinazione limitata – ha rimarcato – a causa del numero di dosi disponibili, a una vaccinazione diffusa. L’obiettivo che ci siamo posti per la settimana prossima è di arrivare a 30mila vaccinazioni al giorno in Toscana. La nostra regione è uno dei punti forti del sistema di vaccinazione nazionale: nei prossimi giorni un milione di toscani avrà ricevuto la prima dose, con un milione e mezzo di dosi complessive”.

    “La campagna di vaccinazione sta procedendo con intensità – ha concluso Giani – anche grazie al lavoro dei Comuni, come qui a Bagno a Ripoli, grazie alla sinergia con il mondo del volontariato che ci sta dando una grande mano, ma soprattutto grazie al personale delle Asl che sta facendo un lavoro straordinario”. 

    “Per la nostra Asl – ha affermato il direttore generale dell’Ausl Toscana Centro, Paolo Morello Marchese – l’obiettivo è arrivare a 20mila vaccinazioni giornaliere entro il prossimo fine settimana, grazie anche all’apertura dei nuovi hub. Oggi è un giorno molto importante: qui a Grassina si faranno 900 vaccinazioni al giorno su tre turni”.

    “Le dosi cominciano ad essere stabilmente disponibili – ha assicurato – quindi ora c’è da invitare tutti a prenotarsi: non possiamo rischiare che le postazioni rimangano vuote. Tutti i portali per le categorie idonee sono aperti, oltre al call-center sempre disponibile per chi ha difficoltà ad accedere al sito. Siamo ottimisti perché grazie alla campagna di vaccinazione il virus avrà sempre più difficoltà a trasmettersi da una persona all’altra. Quindi… vacciniamoci!”.

    “Ringrazio innanzitutto di cuore – ha dichiarato il sindaco di Bagno a Ripoli e presidente della SdS Fiorentina Sud Est, Francesco Casini – tutti gli operatori sanitari e i rappresentanti delle associazioni del territorio che con il loro lavoro consentono l’attivazione di questo importante presidio di vaccinazione”.

    “L’Hub di Grassina – ha evidenziato – sarà un punto di riferimento per tutto il territorio fiorentino e in particolare per l’area a sud est che va dal Chianti al Valdarno fino alla Valdisieve. Un grandissimo ringraziamento va poi alla casa del popolo e a tutti i suoi volontari, che anche oggi dimostrano quanto i circoli siano protagonisti indispensabili per la vita delle nostre comunità”.

    “Ancora una volta – ha concluso Casini – il gioco di squadra tra enti, istituzioni, associazioni e mondo del volontariato si dimostra vincente per dare ai cittadini un servizio di altissimo livello che mette al centro la salute pubblica”.

    Alla CdP di Grassina sanno come invogliare… alla vaccinazione

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...