spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Aperto da oggi, ha dato da lavorare a 25 persone. Il numero 100 in Italia

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Grande Festa in casa Burger King, che questa mattina alle 12 ha inaugurato il ristorante numero 100 in Italia. Un numero importante per l’azienda americana della ristorazione in rapidissima espansione nel nostro Paese.

     

    Burger King ha fatto il suo esordio in Italia con il primo ristorante a Milano nel 1999 e da quel momento il marchio è cresciuto molto velocemente. Nello scorso anno Burger King ha aperto 22 nuovi hamburger restaurant e per il 2013 prevede l’apertura di ulteriori 30  ristoranti sul territorio italiano. I 100 ristoranti Burger King presenti in Italia creano, ad oggi, oltre 1.500 posti di lavoro diretti.

     

    La festa numero 100 ha luogo oggi nel comune di Bagno a Ripoli, più precisamente a Ponte a Niccheri in via Chiantigiana 20, alla presenza di Jose Cil, presidente EMEA di Burger King. Il nuovo Burger King, occupa un edificio di circa 1.000 mq su due piani ed è affacciato su un piazzale che offre la sosta a ben 30 posti auto. Il ristorante è divenuto uno spazio dinamico, ludico, familiare, in grado di rivitalizzare una zona di transito e offrire ristoro all’insegna della qualità e, nel caso, della rapidità.  Completa l’offerta il King Drive per poter portare comodamente a casa, con la propria auto, le specialità di Burger King.

     

    Fra le implementazioni, il punto informativo installato in collaborazione con il Comune di Bagno a Ripoli e lo sportello bancomat della Banca di credito cooperativo di Impruneta.

     

    Le caratteristiche chiave del nuovo design sono i colori più brillanti, materiali naturali di alta qualità, illuminazione impeccabile, Menu Boards digitali e diverse aree salotto, vere e proprie lounge. Gli spazi, arredati con mobili moderni, sono separati da divisori impalpabili, unica concessione al colore.

     

    I giovani di oggi, principali ma non esclusivo target di riferimento della società, sono felici di poter accedere al Wi-Fi per connettersi con Smartphone, pc, tablet. La pausa pranzo/cena, insomma, diventa un momento di relax in un’area perfetta per tradurre le suggestioni cromatiche e visive in un’opportunità ricreativa.

     

    La scenografia cambia grazie soprattutto all’originale selezione di colori e materiali: al posto del rosso dominante arrivano colori tenui, il giallo senape e grigio fango che, con la pietra ricomposta sopra la boiserie, creano una texture di maggior profondità. Il luogo da grafico diventa più materico. Nel piano seminterrato, al centro, a comporre il cuore tecnologico e ludico dell’edificio, risalta la Playking, piattaforma interattiva incastonata in un ottagono di cristallo visibile dal piano superiore. L’edificio, 1.000 mq di superficie calpestabile, è tra i più grandi mai inaugurati sul territorio nazionale.

     

    Altro punto di forza dell’apertura del centesimo ristorante Burger King è senz’altro la capacità di creare varchi occupazionali. Il ristorante di Ponte a Niccheri, il quarto di proprietà dei fratelli Lazzi, ha generato 25 posti di lavoro, che vanno ad aggiungersi ai 100 già offerti in meno di un anno dalle altre strutture di Firenze (piazza Stazione, piazza Alberti) e di San Vincenzo, sempre della stessa proprietà. In assoluta controtendenza Burger King ha così comportato, in meno di un anno, la creazione di oltre un centinaio di posti lavoro nella sola Toscana.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...