spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 7 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Manutenzione, sicurezza, restyling delle strutture: ecco tutto quello che viene realizzato

    BAGNO A RIPOLI –  Amministrazione comunale di Bagno a Ripoli impegnata in una serie di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria nelle scuole materne, elementari e medie, in vista del prossimo anno scolastico.

     

    Gli investimenti più importanti quest’anno riguardano l'Istituto Comprensivo di Bagno a Ripoli, con i lavori previsti per gli adeguamenti degli spazi delle scuole Granacci e Padule al nuovo progetto didattico 2013/2014.

     

    Investimenti che sono rivolti essenzialmente alle nuove esigenze di alcuni locali e spazi destinati alle attività didattiche, con la realizzazione di aule per l'accoglienza di due nuove classi, e ad altri relativi alla sicurezza e al restyling delle strutture. L’importo di questi interventi ammonta a circa 140mila euro complessivi.

     

    Altri 80mila euro sono destinati ad altri interventi di manutenzione, minori ma non meno importanti, in corso in quasi tutti gli edifici scolastici, che comprendono il servizio di controllo e manutenzione dei presidi antincendio, degli impianti di sollevamento e ascensori, la gestione del verde scolastico e dei giochi, una serie di lavori idraulici, riparazione di porte ed infissi, verifiche degli impianti elettrici e termici.

     

    Tra questi si possono evidenziare: interventi per il miglioramento del sistema di allontanamento delle acque piovane al centro infanzia di Balatro, lavori di ripavimentazione esterna alla Marconi di Grassina, opere di miglioramento degli spazi interni alla scuola dell'infanzia di Croce a Varliano e impermeabilizzazioni e risanamenti alla media Redi.

     

    Infine, da ricordare l'importante investimento per migliorare l'accessibilità pedonale e ciclabile verso le strutture didattiche del Capoluogo Bagno a Ripoli, con il restyling e l'abbattimento delle barriere architettoniche in via del Pratello e sui marciapiedi di via Granacci, interventi propedeutici per realizzare percorsi pedonali protetti e per il progetto ripolese del “Pedibus”, dopo la positiva esperienza di Grassina e Antella, per un investimento di circa 15mila euro, oltre a una serie di interventi che saranno eseguiti in autunno a miglioramento della sicurezza stradale nei pressi delle scuole del territorio, grazie a un bando regionale a cui il Comune ha partecipato, ottenendo finanziamenti per circa 60mila euro.

     

    “Come consuetudine – hanno dichiarato il sindaco Luciano Bartolini, l'assessore ai lavori pubblici Francesco Casini (in foto sopra) e l'assessore alle politiche educative e formative Rita Guidetti – in queste settimane abbiamo effettuato il tradizionale sopralluogo estivo, per vedere sul posto con tecnici e ditte incaricate l'andamento dei lavori in corso e programmati, toccando direttamente con mano le problematiche di alcuni edifici scolastici che genitori e docenti hanno segnalato al Comune".

     

    "In cantiere – hanno proseguito – anche quest'anno ci sono importanti investimenti per un importo di oltre 200mila euro, da realizzare prevalentemente entro l'inizio dell'anno scolastico. Saranno inoltre messi in programma interventi di ordinaria manutenzione, minori in termini di impegno finanziario, ma comunque importanti per mantenere i livelli di qualità delle strutture scolastiche ripolesi".

     

    "Nonostante tagli e patto di stabilità – hanno concluso – prosegue quindi, a Bagno a Ripoli, l'attenzione particolare e strategica al mondo della scuola e alle sue strutture”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...