domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    La gelata ha azzerato quasi del tutto la produzione 2021 delle “pesche di Rosano”

    Considerate a rischio estinzione da ormai un decennio, anche lo scorso anno erano state falciate da una gelata primaverile: l'allarme delle due aziende che le producono

    BAGNO A RIPOLI – Sarà un’altra annata drammatica per le “pesche di Rosano”, frutto delizioso che si coltiva nella piana di Ripoli.

    “Una grave situazione – ci spiegano – in cui si sono venute a trovare le uniche due realtà produttive del comune di Bagno a Ripoli, Azienda Agricola il Pescheto e Società Agricola Il Piano, che si ostinano a mantenere viva la coltivazione di queste pesche”.

    “Considerate – aggiungono le aziende agricole – a rischio di estinzione ormai da un decennio: se ne inviduavano infatti 4-5 produttori, oggi solo due”.

    “Il freddo intenso – aggiungono – che ha colpito, nella notte tra il 7 e l’8 aprile, i frutteti delle due aziende ha infatti provocato la perdita quasi totale dei frutti per l’annata 2021”.

    “E questo evento – rimarcano – fa seguito ad una precedente annata 2020 che, sempre a causa di una gelata primaverile, era stata caratterizzata da una produzione scarsa e assolutamente non remunerativa”.

    Il tutto, sottolineano, “fronte degli ingenti costi che richiede la coltivazione di questo buonissimo frutto, particolarmente apprezzato per il suo sapore e considerato un prodotto di nicchia del territorio comunale di Bagno a Ripoli”.

    E’ solo un esempio delle difficoltà che queste aziende agricole, specificano, “si trovano ad affrontare a seguito di tali disastrosi eventi climatici”.

    Situazione che, viene chiarito, “in mancanza di aiuti e sostegni economici alla produzione, porterà inevitabilmente all’abbandono di una coltivazione tipica e di antica tradizione, proprio nel momento in cui non si fa altro che parlare dell’importanza di reintrodurre e valorizzare i prodotti antichi”.

    “Non si può infatti pensare – concludono – che la volontà di un singolo piccolo produttore, che oltretutto deve vivere del proprio lavoro, possa far fronte a una serie di annate in cui non si riesce neppure a coprire le spese”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...