spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La solidarietà è… rock: un concerto per raccontare l’attività delle Pubbliche Assistenze

    Venerdì 22 settembre alla casa del popolo a Grassina, l'evento organizzato da Anpas Toscana in collaborazione con Cesvot

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – La solidarietà? È rock.

    Niente, così, può raccontarne meglio l’energia di un concerto con la musica di giovani band. Nasce da qui “Nota (SOL) ideale”, l’evento organizzato da Anpas Toscana in collaborazione con Cesvot e in patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli, in programma venerdì 22 settembre alla Casa del popolo di Grassina (piazza Umberto I).

    Dalle 19, quattro gruppi dell’area fiorentina saliranno sul palco durante una iniziativa che ha lo scopo di promuovere l’attività delle Pubbliche Assistenze, l’impegno quotidiano al servizio delle comunità, e magari – perché no – per raccogliere adesioni al mondo del volontariato, soprattutto tra le nuove generazioni. 

    Nella sala concerti della Cdp si esibiranno nell’ordine i Linda & the Off Keys (ore 19), i Blue Lotus Wine (ore 20.30), i Nothing for Breakfast (ore 21.30) e I Super Bad (ore 22.45), selezionati da Play Loud, che curerà la parte artistica e musicale.

    Tra una band e l’altra, a fare da mattatore della serata sarà lo speaker e autore radiofonico Gianfranco Monti, che accompagnerà anche i saluti istituzionali e alcuni brevi video illustrativi dei progetti sociali promossi dalle Pubbliche Assistenze.

    Presenti tra gli altri il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini e l’assessore Francesco Pignotti, il presidente nazionale di Anpas Fausto Casini, il presidente di Anpas Toscana Dimitri Bettini e la presidente della Cdp Grassina Francesca Chiavacci.

    Per tutta la serata i volontari dell’associazione, saranno a disposizione con stand informativi per dare info sulle attività e iniziative in corso, tra cui i progetti “Buona Strada” (per promuovere le giuste abitudini legati a guida e sobrietà), il servizio civile, la donazione di sangue e la formazione dei giovani sulle tecniche di primo soccorso. 

    “Come amministrazione, sosteniamo questa iniziativa per creare un nuovo punto di incontro tra ragazze e ragazzi e il mondo del volontariato – dice l’assessore alle politiche giovanili Francesco Pignotti – Nulla è formativo come un’esperienza nell’associazionismo per creare cittadini e comunità inclusive e solidali. Partecipare al concerto sarà l’occasione per ascoltare buona musica e conoscere le attività di Anpas”. 

    “Sarà un momento di festa, di incontro e svago – spiega Luca Vetrini di Anpas –  per mettere in mostra, con stand allestiti in prossimità della sala concerti, alcune attività delle Pubbliche assistenze a sostegno della popolazione locale”.

    “Durante i cambi palco – anticipa – verranno riportate alcune testimonianze rispetto le varie attività di volontariato a sostegno della cittadinanza. Necessario ringraziare il Comune di Bagno a Ripoli per la concessione del patrocinio all’iniziativa e aver accolto con entusiasmo la stessa. Confidiamo che l’evento sia partecipato e gradevole per tutti”. 

    “Siamo particolarmente lieti di ospitare un’iniziativa che pensa ai giovani come una risorsa fondamentale per il volontariato e l’impegno civile e che lo fa utilizzando lo strumento delle musica e della cultura”, conclude la presidente della Cdp Grassina Chiavacci.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...