spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Le api trovano casa al parco urbano di Grassina: mercoledì l’inaugurazione delle arnie

    Inizia ufficialmente il progetto di apicoltura urbana: presente anche l'apicoltore che gestirà le arnie, che ne spiegherà il funzionamento

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – L’appuntamento è per mercoledì 19 maggio alle ore 10.30 al parco urbano di Grassina, dove saranno “scoperte” le prime arnie didattiche del territorio, alla vigilia dalla Giornata mondiale delle Api.

    Qui infatti verrà ufficialmente inaugurata una presenza di quelle importanti. Da tutelare e coccolare, ognuno a suo modo.

    Saranno presenti il sindaco Francesco Casini, l’assessore all’ambiente Enrico Minelli e il presidente dell’Arpat Duccio Pradella, che sigleranno la convenzione per la realizzazione del progetto di apicoltura urbana.

    Presenti inoltre alcuni apicoltori locali, tra cui Luca Baldini che gestirà le arnie ripolesi, che mostreranno il funzionamento degli alveari e distribuiranno materiale informativo.

    Presenti inoltre i rappresentanti dell’azienda Lam Ambiente e della Bottega delle Api che hanno, rispettivamente, realizzato la speciale teca “a cielo aperto” e le arnie per le api che troveranno casa a Grassina.

    All’iniziativa parteciperà infine una classe della scuola primaria “Marconi” di Grassina.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua