spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 7 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Intervento di un lettore: “Spero che con il 2014 si inizi a chiamarli… nel modo giusto”

    BAGNO A RIPOLI – Ma i cittadini di Bagno a Ripoli si chiamano Ripolesi o Bagnesi? Il nostro lettore Riccardo Mugellini ci spiega percché, secondo lui, è buona… la seconda.

     

    Molto spesso, noto che le testate giornalistiche, i miei concittadini e, cosa più grave, l'amministrazione comunale usano impropriamente Ripolese o Ripolesi per indicare gli abitanti del comune di Bagno a Ripoli.

     

    Questa attribuzione è da considerarsi errata, in quanto Ripolese ha una connotazione geografica e non politica.

     

    Il lemma vuole riferirsi a coloro residenti nella piana di Ripoli (piccola pianura all’estremità sud-orientale della conca di Firenze ), ma non obbligatoriamente nel comune di Bagno a Ripoli, in quanto anche chi vive nel quartiere di Gavinana del comune di Firenze è da considerarsi Ripolese.

     

    Al contrario, gli abitanti delle comunità di Antella, Grassina, Osteria Nuova, Capannuccia, ecc., facenti parte del comune di Bagno a Ripoli, non possono essere definiti Ripolesi, poiché questi centri abitati non sorgono nella piana di Ripoli.

     

    Ricapitolando, abbiamo residenti in un comune differente da quello di Bagno a Ripoli che possono essere chiamati Ripolesi e cittadini del comune di Bagno a Ripoli che non possono essere chiamati come tali.

     

    Allora come si chiamano gli abitanti di Bagno a Ripoli? La corretta denominazione è quella di Bagnesi, definizione polico-amministrativa e non geografica come la precedente.

     

    A conferma di ciò, si può prendere i nomi degli abitanti di altri comuni formati da più parole, come: Sesto Fiorentino – Sestesi; Greve in Chianti – Grevigiani; Poggio a Caiano – Poggesi; Borgo San Lorenzo – Borghigiani… .

     

    Come si vede tutti i residenti in questi comuni prendono il nome dalla prima parola che compone la denominazione dell'ente locale, stessa cosa vale per il comune di Bagno a Ripoli.

     

    Il perché si sia affermata la definizione di Ripolese, a mio avviso, può essere ricondotto a un duplice ordine di motivi. Il primo storico: come riporta Luigi Torrigiani nel suo libro, il comune di Bagno a Ripoli, fino al XIX secolo, comprendeva tutta la piana di Ripoli (anche l'attuale quartiere di Gavinana era territorio comunale); il secondo, legato alla “ignoranza” (da prendere il significato letterale): gli stessi, molto spesso, si definiscono come Bagno a Ripolesi.

     

    Spero che, con il nuovo anno, si inizi a chiamare gli abitanti con il loro nome, questo soprattutto da parte del Comune nei suoi atti pubblici, della giunta e del consiglio.

     

    Riccardo Mugellini

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...