spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lutto improvviso a Grassina, muore Alessandro Calvelli: il ricordo del sindaco Francesco Casini

    Stroncato da un infarto a 76 anni. Era stato anche vicesindaco dal 2004 al 2014: "Per me è stato come un padre nell'impegno politico"

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Lutto improvviso a Grassina, e per tutto il territorio comunale di Bagno a Ripoli.

    A dare la notizia è lo stesso sindaco, Francesco Casini.

    “Una notizia terribile, appresa poco fa, mi ha sconvolto e ha sconvolto tutti noi – dice Casini – Purtroppo ci ha lasciati improvvisamente un carissimo amico, un “collega” nell’impegno politico, per una brevissima fase anche avversario alle primarie, nove anni fa, con cui oggi ci eravamo ritrovati fianco a fianco verso nuovi obiettivi comuni”.

    “Ma soprattutto – sottolinea – una figura che mi ha insegnato tantissimo, con cui abbiamo condiviso molto, un punto di riferimento per tutti noi, a cui tutta la comunità deve tanto”.

    Alessandro Calvelli – dice Casini – è scomparso stamani a 76 anni, stroncato da un infarto. Un fulmine a ciel sereno. Ci eravamo sentiti da poco al telefono, era andato a messa come ogni domenica”.

    “Posso dire – prosegue affranto il primo cittadino – che Alessandro per me è come un “padre” nell’impegno politico”.

    “Un ottimo amministratore – aggiunde – che ha svolto il ruolo di vicesindaco dal 2004 al 2014, come ci ricordiamo tutti”.

    “Ma fin da giovanissimo – tiene a dire – un punto di riferimento per tutta Bagno a Ripoli con il suo impegno civico e sociale, anima e colonna portante dell’associazionismo cattolico e non solo, parte attiva e presidente nell’Acli di Grassina e provinciale, nella Fratellanza Popolare, nel Cat, nell’associazione Giostra della Stella Palio delle Contrade, nella Caritas, nella Filarmonica Cherubini, nell’associazione Nuovi Orizzonti”.

    “Da sempre – dice ancora Casini – protagonista di un enorme, continuo, instancabile lavoro per gli altri”.

    “Perdiamo una persona di grandi valori e di grande umanità – rimarca – che ha davvero dato tutto se stesso per far crescere e rendere migliore il luogo dove è nato e vissuto. Per gli altri, per il prossimo”.

    “La sua scomparsa – conclude – è una ferita grandissima, un dolore che condividiamo in tanti con la sua famiglia e i suoi affetti. A loro va tutta la nostra vicinanza e il nostro grande abbraccio. Ancora impossibile crederci. Ciao, e grazie, Alessandro”.

    Alessandro Calvelli con Francesco Casini

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...