spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 15 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Mail a scuola: “C’è una bomba all’International School a Bagno a Ripoli”: polizia e carabinieri in campo

    Ricevuta da mittente nascosto, annunciava la presenza di bombe intorno a uno dei plessi della scuola (l'altro è a Firenze): la bonifica ha dato esiti negativi

    BAGNO A RIPOLI – Questa mattina militari della Compagnia Oltrarno e delle aliquote di primo intervento del Comando provinciale carabinieri sono intervenuti presso le due sedi dell’International School of Florence, di Firenze e Bagno a Ripoli.

    Dove i dirigenti avevano segnalato la ricezione di una mail, con mittente nascosto, che preannunciava la presenza di bombe intorno ad uno dei due plessi.

    Pronte ad esplodere all’inizio delle lezioni.

    I militari dell’Arma, tra cui appunto le aliquote di pronto intervento, reparto nato proprio per garantire il tempestivo e qualificato intervento anche in casi del genere, dopo aver garantito il deflusso di insegnanti e studenti, già disposto di iniziativa dai dirigenti scolastici, hanno provveduto a cinturare le aree.

    E, successivamente, con l’intervento di unità cinofile anti esplosivo del Nucleo carabinieri cinofili e della polizia di Stato, hanno eseguito una bonifica dei due plessi senza rinvenire alcun ordigno.

    Le attività scolastiche sono state comunque interrotte per la giornata odierna.

    Saranno eseguiti ulteriori accertamenti finalizzati all’identificazione degli autori della mail, oltre alla verifica degli impianti di video sorveglianza degli istituti.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...