spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 19 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bagno a Ripoli, misure straordinarie per imprese e famiglie

    Rimborso rette scolastiche, un fondo per la babysitter, rinviata la Tari, annullata la tassa di soggiorno

    BAGNO A RIPOLI – Un fondo per il pagamento delle babysitter, rimborso delle rette per asili nido e trasporto scolastico fino alla ripartenza delle scuole, rinvio della rata di luglio della Tari per le attività economiche e produttive. E poi, ancora, sospensione della tassa di soggiorno fino alla fine di aprile. Il Comune di Bagno a Ripoli vara un piano di aiuti straordinari per fronteggiare le ricadute del Covid-19. Nel dettaglio ecco i provvedimenti.

     

    Immediata l’abolizione della tassa di soggiorno per le strutture turistico-ricettive del territorio che stanno già facendo i conti con cancellazioni e drastiche riduzioni di prenotazioni: la misura sarà in vigore fino al 1° maggio.Tari

     

    Intervento importante anche sulla tassa dei rifiuti per le attività produttive e commerciali. Il Comune ha chiesto e ottenuto da Alia SpA la possibilità di posticipare la rata di luglio a settembre e novembre per non sottrarre liquidità alle aziende in un momento di particolare difficoltà.

     

    In programma il rimborso delle rette mensili per i servizi educativi e lo scuolabus per tutto il periodo di interruzione dell’attività didattica, prevista fino al 15 marzo dal DPCM del 4 marzo.

     

    Una sospensione, quella dei pagamenti di nido e scuolabus voluta dall'amministrazione, che potrà contribuire a contenere i costi delle babysitter. A tal fine, il Comune ha previsto inoltre un contributo economico specifico con un fondo dedicato, per rimborsare le famiglie che dovranno potenziare il ricorso alla babysitter durante il periodo di chiusura delle scuole.

     

    “L’impatto provocato dal Coronavirus – spiega il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – non è solo sanitario. Oltre alle ricadute per la salute delle persone, che resta la priorità, si sta consumando un’altra emergenza, quella economica e sociale che già da adesso si fa sentire. Ci attendiamo dal governo una serie di importanti misure a favore di imprese e famiglie, sgravi fiscali e azioni concrete".

     

    Continua il sindaco: "Nel frattempo abbiamo deciso di mettere in campo queste prime iniziative comunali, proponendoci di attivarne di ulteriori quando conosceremo le disposizioni nazionali, pur sapendo che anche il bilancio comunale tra sospensioni di servizi e mancate entrate quali la tassa di soggiorno e non solo, subirà importanti contrazioni e riduzioni di disponibilità. Insieme agli altri comuni del territorio, in attesa di conoscere le iniziative del governo, stiamo inoltre affrontando il tema dei lavoratori coinvolti dalla chiusura delle scuole e impegnati nei servizi educativi e scolastici. L'obiettivo, adesso più che mai, è non lasciare sole le famiglie, i lavoratori, le aziende e le imprese”.

     

    E, infinemì, prosecuzione a domicilio dei progetti di inclusione scolastica di alcunni con disabilità.

     

    Nei prossimi giorni, sulla rete civica del Comune (www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it) saranno rese note tutte le modalità con cui famiglie e aziende potranno accedere alle misure di sostegno del Comune.

     

    “Stiamo vivendo un periodo molto delicato – aggiunge il sindaco – non dobbiamo rinunciare ad andare a mangiare una pizza, andare al ristorante, a fare la spesa nel negozio di fiducia o a portare i nostri bambini al parco. Ma occorre lo sforzo di tutti per rispettare alcune importanti accortezze e le debite precauzioni: come cercare di mantenere la distanza di almeno un metro tra le persone, evitare i posti affollati, igienizzare frequentemente le mani. Misure semplici ma che possono davvero contribuire a rendere più difficile la vita al virus e a supportare il lavoro dei nostri sanitari. A tutta la nostra comunità e a questi ultimi in particolare, impegnati da giorni in un lavoro duro e costante per prendersi cura della nostra salute, va il mio più grande ringraziamento”.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...