spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    All’Antella. Problemi coi cartelli? I vigili: “Basterebbe un minimo di tolleranza”

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Le multe sono state una decina, collezionate nel giro di 24 ore, ma molti altri automobilisti sono stati invitati a tornare indietro dalla pattuglia dei vigili urbani: via di Tavarnuzze, a Balatro, è inequivocabilmente a senso unico, da decenni.

     

    Il fatto è che i lavori di via di Pulicciano all'Antella, hanno scatenato le più diverse reazioni di chi all'altezza di Croce a Balatro in questi giorni si è trovato la strada sbarrata dai camion e operai.

     

    C'è chi ha inveito contro l'assenza di cartelli, c'è chi, esperto conoscitore della zona, ha preferito affrontare stradine sterrate nei dintorni e chi ha affrontato di petto il senso unico di via di Tavarnuzze. Qualcuno anche su suggerimento degli abitanti.

     

    “Manca quella tolleranza minima che serve per affrontare i disagi che un lavoro sulla strada richiede – commenta il comandante della polizia municipale di Bagno a Ripoli, Filippo Fusi – In questo caso serve fare un giro più lungo per superare Croce a Balatro, ma è questione di tre giorni, tra giovedì e venerdì la strada verrà riaperta e i cartelli ci sono, li ho fatti controllare più volte”.

     

    I cartelli che indicano le vie alternative sono sistemati più giù, di fronte al circolo ricreativo culturale, all'inizio di via di Pulicciano, quando è possibile tornare indietro passando davanti alla Coop e tornando a Ponte a Niccheri (dove si trovano altri cartelli gialli, quelli della viabilità alternativa).

     

    Perché per arrivare a Lappeggi si deve bypassare Balatro: si può imboccare via di Belmonte o attraversare da Grassina.

     

    “Chi non conosce la zona può comunque sempre chiedere prima di passare da una strada a senso unico, stretta, facendo una manovra pericolosa. Per fortuna non ci sono stati incidenti, ma sia i residenti che l'impresa che lavora al cantiere di Croce a Balatro hanno chiesto la nostra presenza sul posto”, spiegano dalla polizia municipale.

    di Lisa Baracchi

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...