spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    In questo numero si parla di Tarsu, Notti Bianche, orari estivi degli uffici

    BAGNO A RIPOLI – Il nuovo numero (n. 3/2013) del notiziario dell’amministrazione comunale ripolese, denominato “Bagno a Ripoli”, è stato pubblicato sul sito internet del Comune.

     

    Questi gli argomenti trattati: Il Comune per il sociale; La Tarsu non c'è più, al suo posto la Tares; Novità per l'ambiente; Giornata Mondiale della Gioventù a Bagno a Ripoli; Notti Bianche a Grassina; Orari estivi degli uffici comunali. Al notiziario è allegato l'inserto "La parola al Consiglio Comunale". Anche l'ultimo numero del periodico è scaricabile alla pagina web http://tinyurl.com/NotiziarioBaR, dove sono disponibili tutti i numeri pubblicati dal 2000.

     

    Da lunedì 8 luglio la versione cartacea del numero 3/2013 di "Bagno a Ripoli" sarà in distribuzione gratuita sul territorio comunale, direttamente nelle edicole e in tutti i rivenditori di quotidiani, negli uffici comunali aperti al pubblico e mobili (Ufficio relazioni con il pubblico Urp, sedi di via Roma, via Sinigaglia, via Fratelli Orsi – Assistenza e Comando Polizia Municipale – Distaccamento Polizia Municipale di Grassina, Ufficio Mobile Polizia Municipale e Biblioteca Comunale), e nelle sedi delle principali associazioni presenti nelle frazioni (Croce Rossa a Bagno a Ripoli, Fratellanza Popolare a Grassina, Misericordia di Antella e Centro civico Giuliano Lastrucci di Ponte a Ema), che offrono servizi ai cittadini durante tutta la giornata e sono presidiate.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...