spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 16 Gennaio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Nuovi cartelli informativi per gli edifici storici grazie anche alla nostra segnalazione”

    Lo dice, a Bagno a Ripoli, l'associazione L'A.R.C.A.: "Il deterioramento è tale da costituire un elemento di degrado per gli stessi beni storici"

    BAGNO A RIPOLI – “All’ultimo consiglio comunale il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, nella sua relazione al bilancio per l’anno 2022, ha annunciato la sostituzione di tutti i cartelli informativi presenti all’esterno degli edifici storici del nostro comune, installati molti anni fa nell’ambito del progetto regionale “I luoghi della fede””.

    Lo dice l’associazione L’A.R.C.A., che ricordano come un anno fa “avevamo segnalato il grave stato di deterioramento di tutti i cartelli, al punto da costituire un elemento di degrado per gli stessi beni storici”.

    “Avevamo quindi consegnato all’Ufficio cultura un elenco di tutti i cartelli – ricordano – chiedendone la sostituzione”.

    “Successivamente – proseguono – ci è stato assicurato che i cartelli sarebbero stati sostituiti ed ora finalmente abbiamo avuto la conferma definitiva”.

    “Esprimiamo quindi la nostra soddisfazione – conclude L’.A.R.C.A. – per aver contribuito con successo a questo piccolo miglioramento, anche se la sfida più grande è ora quella di preservare il meraviglioso contesto in cui questi edifici si inseriscono”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...