spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il 16 e 17 agosto tutti gli uffici rimarranno chiusi: orario normale dal 2 di settembre

    BAGNO A RIPOLI – Ecco l'orario di apertura al pubblico dal 29 luglio al 31 agosto degli uffici del Comune di Bagno a Ripoli, che in questo periodo osserveranno la chiusura pomeridiana e il seguente orario di apertura al pubblico.

     

    – UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO: da lunedì a venerdì ore 8-13, sabato ore 8.30-12.30;
    – SERVIZI DEMOGRAFICI: da lunedì a venerdì ore 8-13;
    – MESSI COMUNALI: da lunedì a venerdì ore 8-10;
    – ASSISTENZA, SCUOLA, SPORT, CDE: lunedì, martedì e giovedì ore 8-13;
    – TRIBUTI: lunedì e giovedì ore 8-13;
    – SPORTELLO TARES: martedì ore 8.30-12;
    – EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA, AMBIENTE, LAVORI PUBBLICI: lunedì e giovedì ore 8.30-13;
    – COMMERCIO, AGRICOLTURA, SPORTELLO UNICO: lunedì e giovedì ore 8-13;
    – POLIZIA MUNICIPALE: Comando di via Fratelli Orsi 18-20 (Capoluogo), martedì, giovedì e sabato ore 10-12; Distaccamento di Grassina (via Pian di Grassina 104) chiuso;
    – BIBLIOTECA COMUNALE: da lunedì a sabato ore 8.30-13.30.
    – PATRIMONIO, ECONOMATO, RISORSE UMANE, CULTURA: solo su appuntamento.
    – PUNTO ACCOGLIENZA E SOSTEGNO ALLE PERSONE ANZIANE E FRAGILI (PUNTO ANZIANI, INFOHANDICAP): chiuso dal 2 al 31 agosto.
    – PUNTO INSIEME: aperto solo nei giorni 1, 6, 8, 27 e 29 agosto ore 9.30-12.30, e nei giorni 13 e 22 agosto ore 9-13.

     

    Nei giorni 16 e 17 agosto gli uffici saranno chiusi ad eccezione di Polizia Municipale, Necroscopico e Stato Civile per denunce di morte (ore 8.30-10.30). Da lunedì 2 settembre riprenderà l'orario ordinario.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...